ANCONA – Promozione della responsabilità, autonomia, partecipazione e aggregazione: sono i principi fondanti del programma annuale degli interventi per le politiche giovanili approvato dalla Giunta nel corso della recente seduta.

Definiti i criteri e le modalità per la presentazione e la valutazione dei progetti di interesse locale e assegnate le risorse che ammontano a 300 mila euro. Tali risorse sono riservate al finanziamento dei progetti di interesse locale con l’obiettivo di cofinanziare i progetti degli Enti locali e degli Ambiti Territoriali Sociali. La copertura del territorio regionale è garantita da una procedura che provvede a ripartire le risorse destinate al finanziamento dei progetti degli enti locali con riferimento al territorio dell’Ambito Territoriale Sociale, in proporzione al numero di giovani residenti nella fascia di età 16-35 anni.

Tutti i territori hanno la possibilità di esprimere una progettualità che tenga conto delle peculiarità e, soprattutto, della domanda che viene direttamente dai giovani. Si amplia, di fatto, la possibilità di partecipazione diretta: i progetti devono prevedere infatti il partenariato delle componenti giovanili del territorio. Per lavorare alle progettualità e presentare domanda di cofinanziamento c’è tempo fino al 31 luglio 2017.

Sulle opportunità di finanziamento in materia, su proposta della Consulta regionale dei giovani, mercoledì 21 giugno, alle ore 11, si terrà un incontro informativo nel corso del quale verranno presentati il Programma annuale degli interventi 2017 e il bando “aggregazione” la cui partecipazione è riservata alle associazioni giovanili iscritte nell’elenco regionale delle associazioni previsto dalla legge regionale n. 24/2011. L’incontro sarà in Sala Verde a Palazzo Leopardi, sede della Regione (via Tiziano n. 44 – Ancona).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)