ANCONA – Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli nella giornata del 14 giugno è in missione a Mosca.

In mattinata è stato sottoscritto un accordo tra la Regione Marche e la compagnia petrolifera Rosneft, nella sede centrale della compagnia petrolifera, per la donazione di 5 milioni di euro, la maggiore ricevuta fino a oggi, per contribuire alla ricostruzione post sisma del nuovo ospedale di Amandola. Ha firmato con il presidente il Presidente di Rosnef, Igor Sechin, assistito da Yury Kurilin (vice president – head of executive office), Elena Zavaleeva (head of GR) e P.I.Lazarev (financial director). La giunta regionale ha già approvato lo schema di contratto che stabilisce la destinazione della somma e rende effettiva la donazione.

“La ricostruzione delle strutture sanitarie – ha detto il presidente Luca Ceriscioli – ha carattere prioritario per la ripresa dei luoghi colpiti dal sisma. Grazie alla solidarietà e generosità della compagnia russa potremo partire presto con il progetto e indire il bando. Un ringraziamento va al governo e al premier Gentiloni per avere reso possibile questa donazione”.

Presente a Mosca anche il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli: “Voglio ringraziare la Rosneft a nome della comunità dei Sibillini. Sono questi gesti che ci danno fiducia e speranza nel futuro. Per noi i servizi offerti dall’ospedale sono fondamentali per la nostra comunità e costruire una nuova struttura sicura e idonea ci permetterà di avere anche servizi appropriati e di qualità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 75 volte, 1 oggi)