ASCOLI PICENO – Due importanti procedure di semplificazione relative alla gestione della ricostruzione post-sisma sono state approvate il 20 giugno dalla giunta della Regione Marche.

In primo luogo, i cittadini che presenteranno i progetti agli uffici per la ricostruzione, potranno presentare contestualmente, negli stessi uffici, anche la documentazione relativa alla normativa antisismica, che fino a oggi andava depositata preventivamente agli uffici del genio civile.

Inoltre approvata anche la modifica dell’attuale assetto normativo attraverso l’introduzione di nuovi criteri per la verifica di compatibilità idraulica. Un atto che consentirà, in caso di invarianza delle condizioni relative alla portata dell’acqua dopo gli interventi di trasformazione (invarianza idraulica), di approvare immediatamente le lottizzazioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 5 oggi)