ASCOLI PICENO – Si è riunita ieri l’assemblea dei soci del Consorzio turistico del comprensorio dei Monti Gemelli (Cotuge) per provvedere alla designazione del nuovo consiglio d’amministrazione e all’indicazione del nuovo presidente. L’esigenza di rivedere la governance, ormai scaduta da tempo, si è resa ineludibile alla luce delle dimissioni del presidente del Cotuge Camillo D’Angelo in quanto eletto sindaco di Valle Castellana nell’ultima tornata elettorale.

L’assemblea, all’unanimità, ha designato come nuovo presidente Enzo Lori, maestro di sci ascolano che sarà coadiuvato da due rappresentanti dei comuni di Valle Castellana e Civitella del Tronto, inoltre ci saranno due ulteriori consiglieri di amministrazione designati in quota ascolana: il maestro di sci Alberto Maria Marini ed il delegato provinciale del Coni Armando De Vincentiis. Il Cotuge, forte di una nuova governance, può ora concentrarsi sulle strategie di rilancio del comprensorio.

Si valuta la possibilità di una concessione pluriennale degli impianti che, anche a fronte dell’impegno concreto di concessionari privati, potrà consentire un ulteriore ammodernamento e l’attivazione di un piano di sviluppo meno episodico e maggiormente puntuale.

Il Cotuge rappresenta un bacino turistico molto importante che è anche un’occasione concreta di collaborazione tra le regioni di Marche ed Abruzzo. Non a caso la nuova governance è stata tarata in maniera tale da promuovere tutte le sinergie del caso.

Sarà necessaria, inoltre, una rivisitazione delle diverse quote di partecipazione sociale poichè negli ultimi anni hanno fatto recesso dal Cotuge sia la Provincia di Teramo che altri soggetti in quota abruzzese, in particolare i due consorzi teramani di bacini imbriferi.

Occorrerà riflettere con precisione sulla distribuzione delle quote residue al fine di arrivare ad una normalizzazione dell’organizzazione e delle partecipazioni istituzionali del territorio montano più prossimo alla città di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)