ANCONA – Realizzare collezioni innovative per conquistare nuove quote di mercato nazionale e internazionale: è questo l’obiettivo del bando emanato dalla Regione Marche, al quale hanno risposto, in maniera consistente, le piccole e medie imprese del comparto “moda” e “legno e mobile”.

“Sono molto soddisfatta della consistente partecipazione delle aziende, e credo che la Regione, attraverso questo bando, abbia saputo intercettare la grande esigenza d’innovazione da parte del sistema produttivo locale, per competere sui mercati e rilanciare il made in Italy marchigiano – commenta l’assessora alle Attività Produttive, Manuela Bora –. Le risorse inizialmente disponibili non si sono dimostrate sufficienti a soddisfare tutte le richieste delle imprese che hanno superato la valutazione degli esperti indipendenti. Per questa ragione si è ritenuto di implementare il budget del bando di ulteriori risorse comunitarie per 4,6 milioni di euro, preservando originalità, specializzazione e contenuti culturali delle nostre produzioni ad alto riconoscimento e attrattività estera”.

Scelta importante della Regione che ha consentito di finanziare ulteriori 60 progetti di cui 20 per il comparto legno e mobile e 40 per quello della moda, attivando investimenti per un importo complessivo di € 10.500.000. Lo scorrimento delle graduatorie, (approvato con decreto del dirigente della P.F. “Innovazione ricerca e competitività” n. 176/IRE del 28/06/2017), ha permesso di soddisfare il 73% delle domande in graduatoria.

I progetti finanziati dovranno introdurre innovazioni nei processi produttivi, nell’organizzazione e nel rispetto dell’ambiente, diversificando l’attività con prodotti nuovi o sostanzialmente migliorati rispetto a quelli già offerti, valorizzando, in particolare, il design, l’ideazione estetica, la progettazione, il marketing e la commercializzazione, soprattutto sui mercati internazionali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 51 volte, 1 oggi)