ASCOLI PICENO – Il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa) costituisce un’opportunità di straordinaria valenza rivolta alle imprese del nostro territorio per inserirsi in un ambito che offre notevoli vantaggi come la possibilità di utilizzare un nuovo canale di vendita, l’ottimizzazione dei costi di intermediazione commerciale, il recupero di competitività e una maggiore visibilità dei propri prodotti.

Proprio in questa prospettiva, l’Amministrazione Provinciale, con l’ausilio di Consip S.p.A. la società creata dal Ministero dell’ Economia e delle Finanze, ha organizzato per mercoledì 5 luglio, nella sala multimediale della Cartiera Papale, con inizio alle ore 10.30, un incontro informativo diretto a fornire assistenza e consulenza alle aziende locali che intendono inserirsi all’interno del Mepa. Si tratta di un vero e proprio mercato elettronico gratuito, di tipo selettivo, in cui i fornitori che hanno ottenuto l’abilitazione offrono i propri beni e servizi direttamente on-line e gli acquirenti registrati (le pubbliche amministrazioni) possono consultare il catalogo delle offerte ed emettere direttamente ordini d’acquisto o richieste d’offerta.

“La Provincia nel suo ruolo di Ente di Area Vasta chiamato a favorire, negli ambiti di sua competenza, lo sviluppo del territorio con azioni di coordinamento – evidenzia il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo – ha inteso promuovere questa importante iniziativa, insieme a Consip, per offrire a tutti i soggetti interessati la possibilità di avvalersi di strumenti nuovi e tecnologici contribuendo così, anche con questa modalità, a rivitalizzare l’economia locale in difficoltà per i recenti e tragici eventi sismici che hanno colpito il Piceno e i territori limitrofi”.

Nell’incontro, che sarà di grande taglio operativo, i funzionari Consip Ferdinando Gemma e Francesca Minerva, presenteranno un programma per la razionalizzazione degli acquisiti nella Pubblica Amministrazione con l’obbiettivo di semplificare e rendere sempre più rapide e trasparenti le procedure di approvvigionamento pubblico grazie alla riduzione dei tempi di accesso al mercato con significativi impatti economici positivi sia sui costi della macchina burocratica, sia sulle imprese

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 62 volte, 1 oggi)