ASCOLI PICENO – “Nessun allarme siccità, ma servono investimenti, controlli, e soprattutto una gestione coordinata sul territorio della risorsa acqua, per evitare che in futuro la situazione diventi insostenibile”.

A dirlo, in risposta alle preoccupazioni di cittadini e produttori agricoli di fronte alla persistente mancanza di pioggia, sono stati in una conferenza stampa ad Ancona il presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche Claudio Netti e quello dell’Assemblea del Consorzio (e coordinatore delle Politiche per la Montagna Anci Marche) Michele Maiani.

Dati alla mano, le riserve idriche degli invasi delle cinque dighe delle Marche non destano per ora preoccupazione.

(Letto 39 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 39 volte, 1 oggi)