ACCUMOLI – Sabato 8 giugno, dalle 10 alle 13, si terrà la manifestazione Insieme Risorgeremo a Grisciano di Accumoli.

I terremotati di tutte le regioni colpite dal sisma sono invitate a partecipare, per manifestare contro i ritardi del processo di ricostruzione.

I cittadini chiedono risposte e responsabilità sullo spopolamento del Centro Italia, il lavoro e il ripristino delle attività commerciali esistenti, sui ritardi delle SAE, la preoccupazione riguardo le decisioni strategiche per la ricostruzione.

I comitati dei comuni, colpiti duramente dal sisma di agosto e ottobre, hanno deciso di tornare a far sentire la propria voce sui problemi che vivono quotidianamente. Si sono riuniti per esaminare tutte le difficoltà post terremoto. “Gran parte delle nostre chiese e monumenti sono andati distrutti per i ritardi inqualificabili nella loro messa in sicurezza e a nulla sono valsi i ripetuti e pressanti appelli di quanti vivono nel nostro territorio per assicurare la loro salvaguardia. Siamo stati testimoni – spiegano – del loro crollo, pietra dopo pietra, fino alla distruzione». Poco rispetto per i vivi, insomma, e nessun rispetto per i morti. Questo è il quadro del cratere del sisma. Sempre più desolante.”

L’obbiettivo della manifestazione intende puntare l’attenzione su quello che realmente non avviene, nella gestione post sisma. Chiedono l’attenzione dei media locali e nazionali e maggiore onestà e responsabilità da parte dei politici e dei sindaci di ogni comune colpito.

Dopo le manifestazioni di Gennaio e Aprile, le popolazioni di Accumoli, Arquata del Tronto, Amatrice, di tutti i territori distrutti di Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo, tornano a dimostrare le proprie ragioni e a chiedere maggiore ascolto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 166 volte, 1 oggi)