CAMERINO – Questo pomeriggio il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha incontrato il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui e la giunta per fare il punto su Sae, macerie e delocalizzazione attività commerciali.

In merito alle SAE, da ieri è in gara il progetto per le 132 casette di Le Cortine, mentre nella giornata di oggi gli uffici della Regione hanno validato il progetto per l’area di Valicelle, per altre 40 casette, per un importo a base di gara di € 3.878.399,85 oltre all’IVA . Per due delle altre quattro aree che riguardano gli abitanti delle frazioni si sta provvedendo a realizzare i layout e per le altre due è in via di definizione la consegna. In totale si tratta di 58 casette.

Per quanto riguarda le attività commerciali, il progetto di Valicelle prevede anche una parte di imprese, circa 9. Per quest’area siamo in fase di gara. Un’altra area che conterrà le imprese commerciali è quella di San Paolo, dove verranno collocate circa 68 aziende. Per questa il progetto è stato affidato dal Comune all’Università di Camerino ed è in fase di realizzazione.

Quanto alle macerie, si sta intervenendo prioritariamente su strade e piazze pubbliche e sulla lavorazione dei resti dei beni di interesse architettonico, artistico e storico, con un lavoro delicato di cernita sulle macerie di tipo A (tutelate e selezionate dalla sovrintendenza) della chiesa di San Filippo e della chiesa di Santa Maria. I gestori e gli uffici lavorano in sinergia con il Comune, coordinandosi sulle attività di demolizione e rimozione, per stabilire il cronoprogramma. Il Comune e il gestore consegneranno il cronoprogramma per le macerie entro il 25 luglio.

Per quanto riguarda il carcere, che è specifico oggetto di una mozione approvata all’unanimità in Consiglio regionale, si contatterà il demanio per definire i provvedimenti, che faranno parte dello specifico piano delle opere demaniali.

(Letto 49 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 49 volte, 1 oggi)