COSSIGNANO – Il progetto “Cossignano Medioevo Festival” giunge alla sua quattordicesima edizione e si propone, come è noto, di far rivivere, tra miti e leggende, la magia di quell’età di mezzo che ancora oggi attrae i sensi, con la forza dei suoi contrasti, in un vero borgo medievale.

La manifestazione apre il sipario, fuori dalle mura, con la sagra medievale “Gli antichi sapori del castello” alle ore 19.30 di venerdì 28 luglio, per poi proseguire con l’evento enogastronomico sabato 29 e domenica 30 con lo stesso orario di apertura. Una vera sagra del gusto e delle tradizioni con piatti tipici del tempo: affettati misti e formaggio, zuppa di farro in ciotola di pane, polenta con funghi salsicce e tartufo, spezzatino di maiale con mele e arance, arrosticini di castrato, reale di vitello al forno con piselli e “VinodiVino”, la migliore selezione di vini da vitigni autoctoni.

Sabato 29 luglio, al Centro Storico, oltre la sagra medievale, si svolgerà, con ingresso gratuito, la festa medievale “Al Castellum Martis” A.D. MMXVII con ritmi, animazioni e spettacoli. Per tutta la serata si svolgeranno attività varie a cura di gruppi storici in costume, sbandieratori e tamburini, rappresentazioni narrative di piazza con prestigiose compagnie, trampolieri e scenografia d’altri tempi, supplizi di carcerati e frati cercatori che consentiranno anche un piccolo ristoro nella loro taberna. In programma, quest’anno, la partecipazione straordinaria del Gams (Gruppo Alfieri e Musici Storici) di Servigliano e l’Associazione culturale Teatro del Ramino di Castignano. Un appuntamento da non perdere, che unisce il gusto per la rievocazione alla teatralità, tra momenti di incanto e di emozione. Per ulteriori informazioni: comune.cossignano.ap.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)