Un sentito grazie a Milena Casciaroli, Luca Mariani e Federica Capriotti per foto e video

CASTIGNANO – Prosegue, con successo, la tradizionale rassegna di Castignano.

Anche nella serata di sabato 19 agosto “Templaria” ha registrato il pienone di presenze. Tante persone sono giunte nel borgo Piceno per partecipare e assistere alla tipica manifestazione, quest’anno incentrata sui “Sette Vizi Capitali”: superbia, avarizia, lussuria, invidia, gola, ira e accidia.

Balli e musica a Castignano per Templaria, 19 agosto

Dalla provincia di Ascoli ma anche da altre regioni d’Italia sono giunti all’interno delle mura per assistere alle performance artistiche e acrobatiche che popolano ogni angolo del paese.

Combattimento a Castignano per Templaria, 19 agosto 

Prodotti enogastronomici serviti nella “vecchia maniera”: in scodelle di legno, “cacciagione e ingredienti poveri” a disposizione di tutti come farro, orzo, zuppe, ma anche secondi fatti di carne pregiate, quali spezzatini di capriolo, cinghiale, cervoAnche vino e birra.

Migliaia di turisti stanno letteralmente invadendo il piccolo caratteristico borgo nell’entroterra piceno per ammirare la scenografia mozzafiato e i coinvolgenti spettacoli che si susseguono nel corso delle serate.

Soddisfattissimi al momento gli organizzatori della Pro Loco che hanno messo in campo tutti gli sforzi possibili per non perdere questa tradizione, ma anzi per rilanciarla sempre più con nuova linfa, e novità emozionanti.

A partire dalla data di inizio, che ha già dato i suoi frutti con presenze record; continuando poi in un week end sempre più partecipato.

Dettagli scenografici lungo il circuito che hanno piacevolmente convinto i visitatori, così come alcune novità nel settore spettacoli: tra gli altri Giacomo de Zanet, in arte Fiammable Plus, con la sua esibizione a base di giocoleria e manipolazione del fuoco, unica in Italia. E poi lo spettacolo di teatro-danza dei Tetraedo, le coreografie della Compagnia dei Folli, la mimica straordinaria del Gobbo di Cicignano e l’abilità equilibristica di Vassago. E gli estasianti combattimenti con spade dei Fera Sancti sulle tambureggianti note dei Futhark.

Ma anche gli artisti castignanesi: gli sputafuoco Focus Vitae, sempre tra i più apprezzati, itineranti ma da quest anche fissi con due spettacoli al Teatro della Gola; e ancora, i Monaci , le Streghe, i Lebbrosi, i Fraticelli,e tanti altri.

Insomma, come sempre un insieme di particolari che rendono Templaria oasi felice, luogo incantato per frotte di turisti, soprattutto famiglie, che amano perdersi nella magica atmosfera del borgo di Castignano.

Sono rimaste altre due serate per assistere alla magia di “Templaria”: non mancate l’occasione di tornare indietro nel tempo fra cibo, musica, spettacoli, combattimenti e balli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)