ASCOLI PICENO – Ascoli Picchio che supera per 1 a 0 la Pro Vercelli nell’esordio stagionale al Del Duca con un rigore trasformato da Rosseti. Mister Fiorin dal primo minuto sceglie Rosseti punta centrale, sostenuto da Varela, D’Urso e Clemenza, Buzzegoli e Carpani in mediana e Mogos, Gigliotti, Padella e Cinaglia davanti a Lanni.

Primo Tempo. Ascoli che parte forte con un’occasione dopo neanche un minuto: Varela calcia di poco a lato.  Bianconeri che spingono ma al 7’ è la Pro Vercelli a rendersi pericolosa in area ascolana con un colpo di testa di Morra che esce di poco. Al 10’ l’Ascoli passa su rigore, netto il fallo su Gigliotti, Rosseti  dal dischetto spiazza Nobile. Da notare che tutta la panchina entra in campo per festeggiare il vantaggio bianconero.

Gara che si addormenta con l’Ascoli che gestisce la partita ma non trova l’affondo giusto per raddoppiare. Al 28’ sono i piemontesi a riaffacciarsi davanti a Lanni, senza però impensierire il portiere ascolano. Ascoli che fa ruotare spesso gli uomini sulla trequarti, con la squadra che rimane stretta ma che continua a non trovare lo spazio giusto negli ultimi 20 metri. Al 42’ è ancora Varela a provare la conclusione dal limite dell’area calciando però fuori.

Secondo tempo. Pro Vercelli che parte con un altro piglio e che cerca di mettere in difficoltà l’Ascoli ma all’ottavo minuto è il Picchio a sfiorare il raddoppio, con Rosseti prima e Clemenza poi che non riescono a sfruttare un pasticcio della difesa piemontese.

I bianconeri di casa cercano di gestire la partita ma la Pro Vercelli alza il baricentro, prendendo più iniziativa ma non riuscendo comunque a penetrare nell’ordinata difesa bianconera.

Nel giro di 20 minuti la compagine ascolana effettua i tre cambi, con Baldini, Bianchi e Mignanelli che prendono il posto rispettivamente di Clemenza, Rosseti e D’Urso con la chiara intenzione di difendere il risultato. Pro Vercelli che continua a premere, senza però creare grossi problemi alla linea arretrata bianconera.

Finale in sofferenza: al 44’ piemontesi reclamano un rigore per un presunto fallo di mano, per una deviazione ravvicinata di Mogos su tiro di un giocatore della Pro. Un minuto dopo è bravissimo Lanni a stoppare un colpo di testa di Raicevic. Al 2’ minuto di recupero annullato il possibile gol del pareggio dei vercellesi per carica su Lanni, con i piemontesi che protestano vibratamente. Dopo 4’ minuti di recupero l’arbitro Giua della sezione di Olbia effettua il triplice fischio che consegna i primi tre punti stagionali per l’Ascoli.

(Letto 122 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)