ASCOLI PICENO – Finisce 1-2 il match tra  Ascoli e Novara con tanti rimpianti per la squadra allenata dal duo Fiorin/Maresca, andata in vantaggio nel primo tempo con Varela ma che si fa raggiungere e poi sorpassare da un Novara cinico, bravo a sfruttare un errore di Lanni e poi a mettere le barricate davanti al proprio portiere. Ascoli che ha provato in tutti i modi a raggiungere il pareggio, cambiando più volte modulo ma che non è riuscito a trovare il gol, complice anche un Montipò in grande giornata.

La partita: Ascoli che parte forte, come già visto nelle due precedenti uscite, si rende pericoloso già al 2’ con Mignanelli e passa in vantaggio con Varela al 5’, abile ad infilare la porta del Novara su ribattuta dopo il palo colpito da Clemenza. Picchio che aggredisce il Novara già sulla sua trequarti, mantiene il pallino del gioco fino alla mezz’ora, poi inizia ad abbassare pericolosamente il baricentro concedendo troppo campo ai piemontesi fino a subire il gol del pareggio al 38’ con Da Cruz, bravo ad infilare Lanni di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Pareggio che dà la sveglia al Picchio che ricomincia a macinare gioco e sfiora almeno due il vantaggio con Gigliotti prima e Clemenza poi.

Secondo tempo che vede in campo un Ascoli nuovamente aggressivo ma che subisce l’1-2 su un’ingenuità di Lanni che non controlla un tiro non certamente irresistibile di Ronaldo dai 20 metri e consegna la palla al solito Da Cruz che deve solo appoggiare il pallone in rete. Picchio che accusa il colpo e sbanda dietro rischiando di subire il terzo gol e che al 15’ cambia modulo passando al 4-3-3, con Bianchi che prende il posto di Baldini. Svolta tattica benefica per gli ascolani che si rendono pericolosi al 23’ con Carpani, tiro in diagonale deviato in angolo, e con Favilli al 26’, grande girata al volo che esalta il portiere piemontese. Bianconeri che continuano a spingere molto e Novara che si chiude con 9 uomini nella propria trequarti di campo. Fiorin si gioca il tutto per tutto al 33’ con l’ingresso in campo di Rosseti per Clemenza e passa ad un inedito 4-2-4, ma che, nonostante l’assedio finale, non conduce all’agognato nonché meritato pareggio.

 

Risultati di Serie B:

Pescara Frosinone 3:3 (giocata ieri)

Avellino Foggia 5:1

Bari – Venezia 0:2

Carpi – Salernitana 1:0

Palermo – Empoli 3:3

Pro Vercelli – Cremonese 1:4

Spezia – Virtus Entella 2:1

Ternana – Cesena 1:0

Parma – Brescia 10/09/2017

Cittadella – Perugia 11/09/2017

(Letto 193 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)