ASCOLI PICENO – Alla vigilia del match tra Ascoli e Palermo, previsto alle 15 al Del Duca, il mister bianconero Fiorin: “Il Palermo vuole fare punti e ha una squadra importante e anche se hanno sofferto contro la Pro Vercelli, forse perché hanno sottovalutato l’avversario ma li affrontiamo con serenità cercando di continuare a valorizzare la rabbia positiva. Non dobbiamo mollare niente e se continueremo così ci toglieremo buone . Noi siamo contenti della prestazione ma potrebbero esserci cambiamenti nella formazione. Non faccio pretattica ma  lavoriamo soprattutto sulla crescita e stiamo vedendo questa crescita che sta avvenendo e che fa parte del nostro progetto. Durante gli allenamenti c’è alternanza tra le coppie di lavoro proprio perché crediamo fortemente in questo gruppo”.

“Il risultato arriva anche utilizzando diversi sistemi e se il 4-3-3 ci dà delle certezze dovremo proseguire su questa strada – continua Fiorin –cercando di cambiare quando le esigenze lo richiederanno.”
Situazione infermeria:”Mignanelli sta facendo fatica con la caviglia e purtroppo dovremo vedere l’evoluzione di questo dolore che non passa, ma fortunatamente c’è Pinto che è entrato con molta personalità e ha fatto il suo, adattandosi subito nel gioco con grande personalità. Castellano doveva recuperare una condizione ottimale e adesso è stato convocato e anche lui può coprire diversi ruoli”.
Ascoli, i convocati: Addae, Baldini, Bianchi, Buzzegoli, Carpani, Castellano, Cinaglia, Clemenza, De Feo, De Santis, Favilli, Florio, Gigliotti, Lanni, Lores Varela, Mignanelli, Mogos, Padella, Parlati, Pinto, Ragni, Rosseti, Santini.
Diversi gli ex di turno da Varela e il vice allenatore Maresca ex giocatori rosanero, all’ex bianconero Giuseppe Bellusci, che cresciuto nelle giovanili del Picchio esordì in serie A  a 17 anni, nel 2007 proprio in un Ascoli-Palermo (3-2), entrando nel primo tempo al posto di Di Biagio.
Il mister dei rosanero, Tedino: “Ad Ascoli sarà dura ma conosciamo le nostre virtù. Jajalo e Coronado verranno ma non penso potranno giocare dall’inizio. Ascoli una squadra con un palleggio importante e giocatori che possono infastidirci, giocano bene e mi hanno colpito molto le mille e duecento persone che sono andate a Cesena, hanno una curva che li spinge con veemenza e questo è importante, dobbiamo migliorare nei nostri limiti. Tutte le partite sono difficili. Ci piace giocare senza punti di riferimento ma per farlo servono delle componenti precisi.”

LE PROBABILI FORMAZIONI:

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Mogos, Padella, Gigliotti, Pinto, Carpani, Buzzegoli, Bianchi; Lores Varela, Baldini, Favilli. Allenatore: Fulvio Fiorin

PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli, Gnahoré, Murawski, Chochev, Morganella; Trajkovski, La Gumina. Allenatore: Bruno Tedino.

(Letto 80 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)