RIMINI – “Sulla direttrice tracciata dal Piano Triennale del Turismo 2016-2018 e con il Piano Straordinario di rilancio della regione dopo il sisma, vogliamo consolidare con azioni mirate tre nuovi prodotti turistici: il bike , il turismo delle nozze e il turismo scolastico”.

Così il 12 ottobre l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni nello stand della Regione Marche alla “Fiera del Turismo di Rimini, Ttg –Incontri” fino al 14 ottobre, nel corso della presentazione al pubblico e ai tour operator dei tre nuovi segmenti turistici sui quali la Regione sta puntando per aumentare e diversificare l’offerta turistica delle prossime stagioni.

“Mutuando in parte la campagna promozionale turistica, vogliamo far vivere alle Marche una nuova stagione, una rinascita appunto, attraverso nuove proposte mirate e il rafforzamento del turismo culturale. I tre nuovi cluster saranno strumenti importanti per intercettare nuovi mercati. Per il bike – ha proseguito – registriamo molto interesse e si tratta di un prodotto che nelle Marche vede attivi diversi Tour Operator e agenzie specializzate. Inoltre una buona diffusione di bike hotel che hanno aderito ai disciplinari regionali (e sui quali puntiamo anche attraverso il bando sulla riqualificazione delle imprese turistiche) ci sollecita a proseguire verso questa tendenza. Abbiamo tracciato anche una mappatura costantemente aggiornata degli itinerari anche per mountain bike e per i bike park.”

Anche per il turismo delle nozze, il cosiddetto wedding, c’è una crescita costante “ Stiamo diventando una meta preferita per i matrimoni romantici –ha aggiunto Pieroni – nei borghi, nei resort di campagna, nelle ville soprattutto da parte del mercato straniero, con diverse agenzie anch’esse straniere presenti sul nostro territorio. Abbiamo nelle Marche addirittura un intero borgo dedicato al wedding: Petritoli, nel Fermano, e su questo ruota in parte l’economia di quel territorio. Infine , vogliamo mettere a punto e a sistema il terzo prodotto: il turismo scolastico attraverso la rimodulazione e aggiornamento di una mappatura esistente e da implementare promuovendola a livello nazionale ed internazionale per intercettare questo mercato. Ci saranno proposte e pacchetti dedicati, dalle Grotte di Frasassi nell’omonimo parco regionale ai musei, da Leopardi alla Urbino di Raffaello, proponendo itinerari tematici inerenti alle materie di insegnamento nei vari livelli scolastici”.

Nello stand marchigiano, identificato dalla campagna promozionale Viviamo le Marche, il cui logo era anche su un cuscino da viaggio gonfiabile regalato come gadget al pubblico intervenuto alla presentazione, sono ospitatati anche 33 operatori incoming e dal confronto con loro emerge una sostanziale tenuta dei flussi turistici considerando che a inizio anno si era partiti con una stima del calo di prenotazioni tra il 50% e il 70%, con un leggero aumento sia sul fronte degli arrivi che delle presenze. “ Possiamo comunque delineare alcuni trend – commenta Pieroni – a partire dalla grande affluenza di turisti dall’Umbria e dal Lazio nell’area di Civitanova / Porto S. Giorgio/ Porto S. Elpidio/ Conero a seguito dell’apertura completa della Superstrada SS77 Val di Chienti. E per questo la Regione, proprio per consolidare questo flusso turistico, si è subito mossa in vista del 2018 grazie al progetto di promozione integrato Lazio Marche Coast to coast realizzato con la Regione Lazio nell’ambito del progetto di Eccellenza In. Itinere finanziato dal Mibact e dalle Regioni”.

Ma nella presentazione si è parlato anche del cluster che nelle Marche registra sempre numeri positivi: il mare, in un nuovo video in anteprima proprio a Rimini e realizzato in occasione della Notte dei desideri 2017. Una full immersion nelle infinite possibilità di vacanza nella Riviera delle Marche, dall’alba al tramonto. E poi non potevano mancare i grandi eventi culturali che punteggeranno le stagioni dei prossimi tre anni su cui la Regione sta investendo: dalle Celebrazioni rossiniane agli eventi di Mostrare le Marche con mostre territoriali dedicate al patrimonio culturale colpito dal sisma.

“Il binomio cultura– turismo – ha rimarcato Pieroni – si rafforzerà ancor più perchè siamo convinti che presentarsi ai mercati esteri con una forte proposta culturale integrata sia una carta vincente e le celebrazioni dei più illustri personaggi marchigiani , Raffaello, Rossini Leopardi costituiscono un’opportunità unica per far conoscere le eccellenze di tutto il territorio regionale.

Nel 2018 si terranno le Celebrazioni per i 150 anni della morte di Gioachino Rossini, nel 2019 ricorreranno i 200 anni del manoscritto “L’Infinito” di Giacomo Leopardi, nel 2020 i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio. Oltre a questi grandi temi il turismo culturale sarà arricchito anche da pacchetti legati al nuovo Museo dedicato a Federico II Hohenstaufen di Jesi che può attirare pubblico tedesco e il ciclo di mostre legate alla valorizzazione e diffusione del patrimonio culturale colpito dal sisma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 72 volte, 3 oggi)