ANCONA – Le Regioni hanno espresso parere favorevole al decreto attuativo del Piano nazionale di vigilanza sull’emissione deliberata nell’ambiente degli organismi geneticamente modificati. Le Marche hanno svolto un ruolo da protagonista nella stesura e nell’approvazione del decreto. “Abbiamo realizzato un lavoro di raccordo con tutte le Regioni per arrivare, insieme ai ministeri dell’Ambiente e dell’Agricoltura, a un testo condiviso e soddisfacente a garanzia dei territori”, afferma la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura. Le Marche hanno attualmente la vice presidenza della Rete delle Regioni Ogm Free d’Europa e Casini è anche referente per gli Ogm della Conferenza delle Regioni. “Il decreto prevede una serie di controlli da svolgere per assicurare che i nostri terreni e i nostri prodotti siano esenti da organismi geneticamente modificati – continua la vice presidente – Sulla base del decreto, le Regioni stabiliranno dei programmi ispettivi annuali che, in ogni caso, le Marche stanno svolgendo, da anni, in maniera continuativa. Proseguiremo, pertanto, le azioni di verifica, in modo da garantire un territorio Ogm free, con l’obiettivo di valorizzare ulteriormente le nostre produzioni locali di qualità”.

(Letto 48 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 48 volte, 1 oggi)