ASCOLI PICENO – Un match avvincente quello visto oggi in campo tra Ascoli e Venezia, chiuso sul 3 a 3 con tante emozioni e ribaltamenti di risultato lungo tutta la partita.  Al vantaggio iniziale di Zigoni hanno risposto prima Carpani e poi Favilli; Marsura ha riportato momentaneamente in parità  la squadra veneta con Favilli che firma la sua personale doppietta e porta nuovamente in vantaggio il Picchio. Il subentrato Gejio ha poi fissato il risultato sul 3-3 finale.

L’allenatore dell’Ascoli Fulvio Fiorin: “Siamo stati due volte in vantaggio, si poteva gestire meglio la partita. Dovevamo chiudere la partita quando abbiamo avuto le occasioni, in difesa dovevamo essere più attenti. Nelle ultime gare eravamo stati bravi a vincere i duelli in fase difensiva, oggi non c’è sempre riuscito. Il Venezia è molto organizzato, si difende bene, aveva la miglior difesa, siamo riusciti a fare 3 gol e creare tante occasioni. Il primo tempo è stato sicuramente più tattico. Sul primo gol non sono riuscito a vedere se la palla fosse uscita, dobbiamo cercare di non subire troppi cross. D’Urso per Bianchi era una sostituzione preventivata, nessuno dei due aveva i 90 minuti nelle gambe, D’Urso ha aggiunto qualità, lui e Clemenza hanno alzato il livello della fase offensiva. Dovevamo gestire meglio il vantaggio, dispiace aver subito tre gol  e non aver fatto i tre punti, la classifica comunque è corta. I ragazzi hanno giocato una buona gara. Pinto? Mignanelli ha un altro tipo di caratteristiche, abbiamo tardato nel cambiare qualcosa su quella fascia, in quel momento stavamo subendo troppo da quella parte. Ci spiace molto non aver portato a casa la vittoria, è il rammarico più grande. Di positivo c’è sicuramente che Favilli si sia sbloccato e che chi entra, tipo Clemenza, lo fa con il piglio giusto. Varela? Sicuramente deve crescere perché ormai gli avversari lo conoscono. La classifica? Il campionato è lunghissimo, l’anno scorso c’erano squadre nella nostra stessa posizione che poi sono andate in serie  A, la serie B è un campionato molto particolare.”

Il mister del Venezia Filippo Inzaghi: “Marsura è stato molto bravo sull’occasione del possibile 3 -4 (grande salvataggio di Padella che sulla linea ha deviato il tiro dell’attaccante veneto nda) è stato sfortunato, dispiace perché la vittoria ci avrebbe dato la vetta. Oggi troppe disattenzioni, ma dobbiamo continuare così. Carpani è stato bravo, ha fatto un gran gol. La squadra comunque ha reagito bene, non dobbiamo farci gol da soli dobbiamo crescere da questo punto di vista. Con Falzerano e Zampano abbiamo messi molti cross in mezzo, sullo 0 a 1 potevamo chiuderla, ma l’Ascoli è una buona squadra. Con quattro giocatori d’attacco abbiamo rischiato qualcosa ma si doveva rischiare per recuperare lo svantaggio, se fossimo stati un po’ più bravi avremmo portato a casa i tre punti. Fiorin mi ha aiutato molto nelle giovanili del Milan quando ho iniziato ad allenare, ringrazio Fulvio, ci sentiamo tutte le settimane. Maresca ha una spalla eccellente che lo aiuterà tanto. Questa è la serie B più forte degli ultimi anni, il nostro obiettivo al momento è arrivare il prima possibile a 50 punti.”

(Letto 132 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)