ASCOLI PICENO – Il raccolto di castagne nelle Marche e’ in aumento di circa il 20-30% rispetto al 2016, annata nera che aveva visto un crollo della produzione vicino al 90%, anche se si resta lontani dalla media storica.

Ad affermarlo e’ la Coldiretti regionale. C’e’ dunque una ripresa per il settore, dopo i problemi causati dagli attacchi del parassita cinipide e dalle anomalie climatiche. Coldiretti chiede piu’ controlli sull’origine delle castagne messe in vendita in Italia per evitare che diventino tutte ”tricolori”, anche quando vengono dall’estero.

Nelle Marche sono 800 gli ettari di castagneti coltivati su terreni agricoli, curati da circa 500 aziende. Il 94% si trova nel Piceno. Il Maceratese ne ospita il 4%, mentre le altre tre province (Fermo, Pesaro, Ancona) rappresentano insieme il restante 2%.
(Letto 104 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)