ASCOLI PICENO – Proprio oggi nella  partita a campo ridotto che  ha concluso la sessione odierna, non hanno preso parte Baldini, che si è sottoposto a terapie e Mignanelli, che ha svolto un lavoro differenziato. Sono rientrati in gruppo Bianchi e Carpani che ieri avevano svolto una seduta di scarico.

“In uno staff non è sempre prevista una figura che si occupi della prevenzione degli infortuni finalizzata a ridurre i fattori di rischio che portano l’atleta a subire un trauma – ha spiegato Brugiaferri – nel nostro team ogni calciatore ha un programma di lavoro individualizzato che svolge prima della seduta di allenamento. Il programma tiene conto del quadro degli infortuni precedenti dell’atleta e dei valori derivanti dal test FMS (Functional Movement Screen), che svolgiamo ogni due mesi e che analizza la qualità del movimento. Molto importante è il monitoraggio dei carichi di allenamento interno ed esterno perché tutte le informazioni sono utili ai mister per programmare il lavoro settimanale; io mi occupo del carico interno, ovvero tutto quello che succede all’interno del calciatore quando si allena. Molto importante è il lavoro svolto da Lorenzo Vagnini, l’analista delle performance che integra i dati fisici a quelli tecnici sia in gara che in allenamento. Tutto questo consente di capire se il calciatore sta svolgendo un lavoro in linea con le sue potenzialità.”

“E’ questa la metodologia scelta dal nostro staff tecnico e un gran contributo è quello fornito dal Prof. Andrea Arpili, gran conoscitore dell’allenamento funzionale. Per quanto riguarda il recupero infortunati, la mia funzione è a metà fra l’area medica e quella tecnica, si va da un lavoro più analitico fino ad un approccio più globale con un lavoro fisico per restituire allo staff tecnico un calciatore  pronto per il reintegro in gruppo. ”

Sul recupero del terzino bianconero Mignanelli? “In questi giorni sta lavorando molto bene, il problema alla caviglia è quasi superato e a breve rientrerà in gruppo. Baldini? Ha avuto un problema muscolare al flessore nel match con il Venezia ed è ancora presto per dire di quanto tempo ha bisogno per recuperare”.

C’è grande intesa e condivisione nel gruppo di lavoro: “Fin dal primo giorno con Fiorin e Maresca si è instaurato un gran feeling . Abbiamo uno staff dalle grandi doti umane oltre che professionali: Fiorin e Maresca hanno grande esperienza nel calcio d’élite, Petrelli ha esperienze importanti in Italia e all’estero, Vagnini e Arpili lavorano con l’Ascoli da quattro anni. La nostra unione si riflette in modo molto positivo sul gruppo dei calciatori, che non possono che trarne benefici”.

(Letto 106 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 106 volte, 1 oggi)