ASCOLI PICENO – Nella mattinata del 20 ottobre si è tenuta la conferenza stampa, nella sala Massy del Palazzo dei Capitani di Ascoli, nel quale erano presenti Roberto Biagiotti, segretario regionale del Movimento Animalista, Marianna Stefania della Leidaa e Tania Frascarelli, segretaria provinciale e volontaria dell’Associazione no profit.

Tutela dell’ambiente e degli animali sono i punti focali del progetto politico presentato dal Movimento Animalista, ideato dall’Onorevole Michela Brambilla.

Il segretario regionale delle Marche, Roberto Biagiotti, chiede “maggiore attenzione delle Istituzioni nei confronti di queste tematiche, passate in secondo piano negli ultimi anni. L’ambiente è una grande risorsa economica, che non deve essere sfruttata ma valorizzata”.

La grande difficoltà burocratica ha impedito a molti giovani di accedere ai finanziamenti per la “Green Economy“, ovvero tutte quelle tipologie di attività che prestano riguardo alla tutela delle risorse naturali, il potenziamento delle infrastrutture per l’ambiente e investimenti per l’innovazione.

“Negli ultimi anni – precisa Roberto Biagiotti – l’Unione europea ha diminuito l’erogazione di finanziamenti, poichè non ci sono strutture idonee a facilitarne l’accesso. La presenza delle Istituzioni, della politica locale e nazionale, deve diventare costante. La natura si ribella, quando l’ambiente non viene tutelato, dunque l’azione politica diventa necessaria”.

Lo sfruttamento dell’ambiente comporta costi elevati, “se si pensa alle energie rinnovabili – continua il segretario marchigiano – si comprende come l’utilizzo dei pannelli solari nei terreni è stata una scelta sbagliata, a livello paesaggistico e di smaltimento. I tetti delle fabbriche abbandonate oppure anche attive poteva essere un’ottima soluzione”.

Il Movimento animalista si concentra sull’uomo collocato nell’ambiente che lo circonda. “Il rispetto della natura equivale a una forma di rispetto e di conoscenza, – spiega Roberto Biagiotti –  che altrimenti determina un conto grave e oneroso. Non si possono accettare allevamenti intensivi, che diminuiscono la qualità della carne. I consumatori devono prendere coscienza di ciò che mangiano”.

Alla conferenza stampa, erano presenti la Presidente dell’Associazione Leidaa, Marianna Stefanìa e Tania Frascarelli, segretario provinciale Movimento Animalista.

“Non abbiamo ancora una sede, ma prestiamo servizio nel territorio di Ascoli Piceno – commenta Marianna Stefanìa – siamo otto volontari e dal 24 agosto siamo costantemente presenti nelle zone colpite dal sisma, soprattutto ad Arquata del Tronto. Inizialmente, ci siamo confrontati con OIPA e L’amico fedele, quest’ultima presente in altre frazioni, considerato l’ampio territorio colpito dal sisma. Le difficoltà sono tante, reperire il cibo necessario a soddisfare gli animali nelle zone terremotate comincia a diventare complesso, chiedono pertanto un aiuto da parte delle Istituzioni locali e vicine al territorio colpito dal sisma, per ottenere maggiori contributi volti a coprire le spese che tali esigenze richiedono”.

Il servizio prestato dai volontari della Leidaa è completamente gratuito, non hanno contributi, in alcuni casi hanno sopperito alle spese necessarie per le cure dei cani e gatti feriti o ammalati, trovati tra le macerie. “Ogni domenica, portiamo 200 kg di crocchette e 100 barattoli di umido per gli animali che ne hanno bisogno – spiega la Presidente della Leidaa – principalmente cerchiamo di far adottare gli animali che non hanno proprietari, di coinvolgere nuovi volontari che possano aiutarci, anche una volta al mese con la presenza negli stand che organizziamo per raccoglie cibo per gli animali terremotati. Ad oggi, per le persone che si trovano ad Arquata del Tronto, siamo diventati un punto di riferimento – spiega la Presidente Marianna Stefania – ci chiedono supporto, ricevo quotidianamente richieste di aiuti, per il cibo, le cure o le sterilizzazioni”.

“Avremmo bisogno di uno stallo dove creare un mini rifugio – chiede Tania Frascarelli – il nostro intento è quello di voler incastrare la dimensione del volontariato con quello politico. Portare le esigenze del territorio a un livello di regolamentazione e sensibilizzazione. Vogliamo esportare il concetto della figura dell’animale, che non sia un trofeo da esibire o un passatempo. Gli animali hanno bisogno di cure, di sicurezza e di regole da rispettare – prosegue il segretario provinciale Frascarelli – vogliamo creare una squadra nella realtà provinciale, con un impegno che possa modificare i parametri di gestione. Chi ama gli animali, cerca di aiutarli”.

L’obiettivo del Movimento animalista è quello di sensibilizzare e di educare le persone al rispetto degli animali, a cosa è eticamente giusto e quali sono le leggi che disciplinano la tematica ambientale e animale.

Le pagine social a cui fare riferimento della Leidaa sono https://www.facebook.com/LeidaaSezioneProvincialeDiAscoliPiceno/?ref=br_rs e https://www.facebook.com/adozioniLeidaaAscoliPiceno/?ref=br_rs 

 

(Letto 201 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)