ASCOLI PICENO – Torna alla vittoria l’Ascoli Picchio, dopo quattro pareggi consecutivi, e continua la sua striscia positiva con la squadra bianconera imbattuta da sei gare. Un pallonetto di D’Urso ed ii gol di Carpani e Favilli su rigore regalano i tre punti alla squadra ascolana, di Terzi la rete dei liguri.

Fulvio Fiorin, tecnico dell’Ascoli: “E’ arrivata la vittoria che ci meritavamo, guardare la classifica oggi fa un altro effetto, spiace per i punti persi per strada. Il nostro obiettivo non è andare in serie A, quindi credo che si debba essere tutti contenti. Lo Spezia era molto organizzato, abbiamo fatto un buon giro palla, nel primo tempo ci è mancato il guizzo. Spiace aver preso ancora gol, oltretutto ancora su calcio piazzato. La pressione di vincere fa parte del gioco, noi abbiamo sempre cercato di entrare in campo per vincere, per vincere e per giocare a calcio, giocando il pallone senza mai buttarlo via. Mengoni? Prova molto positiva la sua, è entrato con la mentalità giusta, ha guidato i suoi compagni grazie anche alla sua esperienza”.

Fabio Gallo, allenatore dello Spezia: “Risultato finale sicuramente eccessivo, troppo severo. La partita è stata equilibrata, non avevamo corso grossi rischi prima del vantaggio dell’Ascoli, successivamente abbiamo dovuto rischiare qualcosa per recuperare lo svantaggio. Gilardino non è ancora in condizione ottimale, ma la sconfitta è responsabilità di tutta la squadra. In casa abbiamo un piglio diverso, in trasferta non riusciamo ad esprimerci. Sul gol del 2-1 sinceramente una piccola speranza si era accesa, il 3-1 finale mi sembra troppo pesante. L’Ascoli ha fatto la sua partita, nel primo tempo ha faticato anche per merito nostro“.

(Letto 177 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)