ASCOLI PICENO – A gennaio 2017 cadeva rovinosamente un muro a Monticelli, nel quartiere di Ascoli, a causa del maltempo e dalle scosse di terremoto (anche se comunque risultava fatiscente da svariato tempo). Rimasero schiacciate alcune auto posteggiate ma non ci furono, per fortuna, conseguenze a persone.

Ad oggi è ancora tutto fermo e le macchine ancora schiacchiate dai detriti.

Il 2 marzo sulla pagina istituzionale del Comune di Ascoli Piceno veniva scritto: “Si ricostruirà il tratto di muro crollato in totale sicurezza. Con durata del cantiere pari a 60 giorni”. Cosa che però, effettivamente, non è successa.

Il capogruppo del Partito Democratico ascolano, il consigliere comunale Francesco Ameli, critica l’amministrazione: “Il tutto accadeva nelle immediate vicinanze di una scuola peraltro inagibile ed un’attività di ristorazione che ne subivano e continuano a subire l’interruzione delIa strada di viabilità – afferma il politico – Nel contempo i tanti cittadini che, a diritto, fanno valere le proprie ragioni con tanto di raccolta firme”.

“Nella medesima zona, c’è il grattacielo Erap che vede i lavori in corso da svariato tempo. Stesso periodo ma tempistiche diverse. Sarà il caso di agire tempestivamente o vogliamo restare fermi a guardare?” domanda, in maniera sarcastica, Ameli.

(Letto 523 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 523 volte, 1 oggi)