ASCOLI PICENO – “Procedure troppo complesse e farraginose impediscono di accelerare i tempi della ricostruzione lieve post terremoto”.

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha inviato al commissario Paola De Micheli una lettera in cui suggerisce alcuni emendamenti di modifica dell’ordinanza sulla ricostruzione leggera.

L’obiettivo, spiega, è semplificare la presentazione dei progetti e l’attività istruttoria degli uffici della ricostruzione per poter approvare le pratiche nei tempi più ristretti possibili.

Nelle Marche sono più di 100 mila le domande di sopralluogo dei privati per le verifiche di agibilità. Sono stati fatti circa 98 mila sopralluoghi. Entro la fine dell’anno dovrebbero concludersi le operazioni di censimento del danno con procedura Fast.

Ad oggi presso l’Ufficio Speciale per la ricostruzione sono state presentate circa 1.100 richieste di contributo relative alle Ordinanze commissariali e si stima che ne verranno presentate altre 12 mila, solo per i danni lievi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 61 volte, 1 oggi)