ASCOLI PICENO – Il monday night ha regalato una beffa bella e buona ai bianconeri, in una partita in cui l’Ascoli ha mantenuto sempre il pallino del gioco, è un gol di Falco, appena subentrato,  al 92esimo a rovinare quanto di buono fatto durante tutto il match. Sempre più ultimo a 14 punti, il Picchio non può più sbagliare eppure prendiamo il buono, dai tifosi numerosissimi sugli spalti, quasi 800 i supporter bianconeri al seguito, alla solidità e caparbietà di una squadra decimata che senza timore ha impostato la partita in una trasferta difficile.

Come ha dichiarato mister Fiorin: “Abbiamo qualche difficoltà in fase di finalizzazione, sì, ma abbiamo giocato una partita accorta fino all’ultimo, ma poi non dobbiamo prendere questi gol.”. Appunto una partita accorta fino all’ulitimo minuto il 90esimo ma poi è stato proprio un calo di concentrazione e la freschezza e la qualità di Cerri che hanno fatto la differenza. I cambi dell’Ascoli non hanno dato l’apporto sperato mentre Perez si batteva cercando di fare sponda con i compagni, De Feo è sparito e Carpani non ha avuto il tempo di entrare in partita.

Ma di positivo qualcosa si vede, la crescita di cui si parla, Fiorin che ha abbandonato il 4-2-3-1 impostato con Maresca, ed è passato ad un solido 3-5-2,  Padella che da forfait all’ultimo è sostituito da un buon De Santis, con due terzini a farsi le galoppate sulla fascia, che in avanti si fanno vedere, buoni i tiri di Cinaglia e i traversoni di Mogos, e in difesa si fanno sentire. Una squadra senza fronzoli con giocatori che badano al sodo. Addae una diga a centrocampo a dare una mano a Buzzegoli più libero di giostrare la manovra e Bianchi che tenta qualche inserimento, ma lassù in fase di finalizzazione manca davvero qualcosa e non solo i due attaccanti infortunati, lo spessore di Favilli è indubbio, non possono essere la sola risposta. Varela ha buoni spunti, ma manca ancora nell’ultimo passaggio, Santini ha una tenacia da incorniciare, ma manca il fiuto del gol, sapere cosa fare in quegli ultimi 15 metri non fermarsi ad ammirare i perfetti cross di Mogos ma cercare altre soluzioni.

Mister Fiorin sta dando un’identità non è ancora troppo tardi per salire sul treno, Pro Vercelli e Ternana sono distanti solo 3 punti. E’ fissata per questa mattina alle 11:30 al Picchio Village la ripresa della preparazione. Da valutare lo stato di Padella, indisponibile stasera col Perugia a causa di un attacco influenzale.

(Letto 195 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)