GROTTAZZOLINA – Vittoria in rimonta per la M&G Videx Grottazzolina contro una Messaggerie Bacco Catania ostica e combattiva, che ha cercato a più riprese di mettere i bastoni tra le ruote ai grottesi. Tre punti che valgono oro per Cecato e compagni, capaci di rimanere attaccati al match anche nei momenti di difficoltà, e che garantiscono tranquillità in vista del turno infrasettimanale di riposo, in programma per mercoledì sera.

Costretto ancora una volta a fare a meno del suo uomo di punta Michele Morelli (ancora da valutare i tempi di recupero dell’opposto), coach Massimiliano Ortenzi tenta la terza soluzione in tre partite, schierando nel ruolo di opposto l’australiano Richards, in diagonale al palleggiatore Cecato, in banda confermati Vecchi e de Fabritiis, al centro i soliti Salgado e Fiori, liberi il duo Brandi (Jacopo) – Calistri. Dall’altra parte della rete, la diagonale palleggiatore-opposto è formata da Finoli e De Santis, gli schiacciatori sono l’ex Sideri e Bonacic, i centrali Pizzichini e Razzetto, il libero Spampinato.

Parte bene la Videx in apertura di primo set, portandosi subito avanti di due, grazie ad un momento di confusione nella metà campo siciliana. Catania però non ci sta e capovolge il risultato dal 5-3 al 5-8 (out l’attacco di Richards),il tutto sul turno al servizio del palleggiatore Finoli. Bonacic allunga 6-11 in battuta, ma il muro vincente di Fiori permette alla Videx di riavvicinarsi (9-11) ed impattare a quota 13 (errore in attacco di Sideri). Vecchi firma il sorpasso dai 9 metri (14-13), ma la replica di Sideri è pronta e arriva con lo stesso fondamentale, ed è di nuovo 14-16 Catania. I grottesi soffrono in ricezione e continuano a subire al servizio (17-21, Finoli): gli ospiti controllano agevolmente e chiudono sul 22-25,

Nel secondo parziale, arriva subito il meritato allungo Videx, che porta la doppia firma di Richards (2 ace) e de Fabritiis (3 punti in attacco): 8-2 Grotta e coach Rigano è costretto al time-out. Il turno al servizio di Finoli è però sempre proibitivo per i locali, il cui vantaggio si dimezza (8-5). Cecato smarca Richards che chiude nei 3 metri la diagonale dell’11-7 Videx, mettendo in luce la crescita in attacco dei padroni di casa, a scapito di una ricezione ancora imprecisa. Catania accorcia di nuovo le distanze dai 9 metri (12-10), ma Richards trova continuità in attacco e firma il 17-12. L’ace di Torre (subentrato al posto di Sideri) vale il -3 Catania (23-20), ma Richards da posto 4 regala ai suoi il set point: la chiude Salgado dal centro, per il 25-22 che significa parità.

Nel terzo set, si stacca per prima Catania che conquista il doppio vantaggio (4-6). L’allungo arriva sul muro subito da Richards (5-9), ma de Fabritiis riporta i suoi a contatto pescando le mani di De Santis da posto 4 (8-9). L’invasione a rete di Pizzichini regala la parità ai grottesi a quota 10, è però un fuoco di paglia, perché Sideri martella al servizio e De Santis può firmare il 10-14. La Videx tenta a più riprese di riavvicinarsi, Catania sembra imprendibile, ma Vecchi si scatena in attacco, firmando la parità e l’immediato sorpasso (18-17). E’ un finale con continui cambi di fronte, con le due squadre che mettono a turno la testa avanti, fino al muro di Fiori su De Santis, per il 23-21 Videx. Vecchi trova il set point direttamente dal servizio (24-21), capitalizza de Fabritiis: 25-22 e la Videx può portarsi in vantaggio nel computo dei set.

Equilibrio in avvio di quarto parziale, con le due squadre che procedono a braccetto, a colpi di minibreak. Catania prova a scappare sull’8-10, ma Richards la “riacchiappa” con l’ace del 10 pari. Il muro di De Santis su Richards vale il +3 Catania (13-16), ma la Videx aggancia di nuovo, sempre dal servizio, stavolta con Vecchi (16-16). Richards firma il sorpasso (19-18) e allunga dai 9 metri (21-19), costringendo Rigano al time-out. E’ però un passaggio a vuoto dell’australiano (due errori consecutivi in attacco) che consente ai siciliani di tornare avanti 22-23. Bonacic in attacco trova il set point (23-24), Richards lo annulla portando il set ai vantaggi (24-24). E’ sempre lui a capovolgere il punteggio, e a regalare il match ball ai suoi sul 27-28, ma alla Videx non riesce il cambiopalla e Catania può tornare avanti. Vecchi firma il nuovo match point sul 30-29 e la chiude con un prodigioso attacco a due mani per il 31-29 Videx.

Una vittoria fondamentale, che mantiene i grottesi al primo posto in classifica a pari merito con la Ceramica Scarabeo GCF Roma. Un altro piccolo passo verso la salvezza.

TABELLINO

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA – MESSAGGERIE BACCO CATANIA 3-1 (22-25, 25-22, 25-22, 31-29)

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Cecato 1, Vecchi 16, Fiori 6, Richards 27, De Fabritiis 10, Salgado 12, Brandi J. (L1), Calistri (L2) 61%, Minnoni, Gaspari. N.e.: Morelli, Brandi N., Pison, Romagnoli. All1: Ortenzi – All2: Cruciani.

MESSAGGERIE BACCO CATANIA: Razzetto 9, De Santis 18, Sideri 7, Pizzichini 11, Finoli 8, Bonacic 19, Spampinato (L1) 73%, Torre 3, Chillemi. N.e.: Tulone, Reina, Pricoco (L2). N.e.: Tulone, Arezzo di Trifiletti. All1: Rigano – All2: Puleo

Arbitri: Toni – Rossetti

Note: Videx bs 9, ace 7, muri 7, ricezione 64% (47% prf), attacco 50%, errori 23. Catania bs 13, ace 8, muri 15, ricezione 63% (33% prf), attacco 46%, errori 31.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)