ARQUATA DEL TRONTO – Nella mattinata del 12 dicembre l’amministrazione comunale di Arquata incontrerà la Protezione Civile a Roma per discutere sulle Sae.

“Abbiamo chiesto un collaudo generale di tutte le casette – afferma il vice sindaco Michele Franchi a Piceno Oggi – per risolvere i problemi che si possono generare durante l’inverno e porre rimedio ad alcuni disagi come accaduto con il Boiler (apparecchio situato sopra ai tetti che si alimentano con un pannello solare). A nostro parere ci vuole un incaricato sul posto, pronto ad intervenire per qualsiasi evenienza”.

Il Comune di Arquata ha nel mirino altri obiettivi: “Bisogna asfaltare la parte alta di Faete, in modo da consentire agli abitanti di entrare nelle abitazioni entro Natale. Prosegue la rimozione delle macerie ad Arquata del Tronto”.

Il rilancio di Arquata passa anche dal ripristino delle attività commerciali: “Chiediamo a Cna e Croce Rossa di accelerare i lavori per avviare il centro commerciale a Pescara del Tronto e alla Regione una mano per far partire le attività produttive a Pretare, Spelonga e Piedilama – prosegue Franchi – E’ importante fare ciò durante le feste natalizie altrimenti si rischia dormitorio”.

La fabbrica di Della Valle a Pescara del Tronto ha aperto i battenti: “E’ un segnale di speranza, vorremmo che altri imprenditori magnanimi investano sul nostro territorio montano. L’economia è un punto fondamentale per il rilancio della nostra comunità e vogliamo aiutare le nostre ditte” conclude il vice sindaco.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 289 volte, 1 oggi)