ASCOLI PICENO – Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione al Consiglio Regionale delle Marche in cui si chiede al presidente e alla Giunta Regionale di rapportarsi con Trenitalia affinché venga realizzato il prolungamento fino a Jesi della linea Ascoli – Ancona, comprendendo le fermate di Torrette e Aeroporto di Falconara.

“Tale richiesta – spiega il Movimento – viene effettuata a fronte di alcune considerazioni tra cui, in primis, per il fatto che la linea regionale Ascoli-Ancona attraversa quattro province (Ascoli, Fermo, Macerata e Ancona) rendendola cosi una delle più praticate, in particolar modo dai pendolari che la occupano quasi sempre interamente. Di conseguenza, un prolungamento della tratta fino a Jesi comporterebbe l’inclusione di fermate strategicamente fondamentali quali la fermata dell’ospedale regionale di Torrette e dell’aeroporto Raffaello Sanzio. Questo apporterebbe solo benefici: rimanendo la fermata dell’ospedale sul tracciato permetterebbe ai pazienti, medici o studenti ospedalieri di raggiungere la suddetta meta più facilmente, senza dover effettuare scomodi cambi con conseguente rischio di perdere coincidenze”.

Si incrementerebbe notevolmente il flusso turistico nella regione – proseguono i pentastellati – agevolando inoltre le persone con disabilità, rendendo più facilmente raggiungibili le nostre località  e su questo va ricordato, infatti, che con l’elettrificazione della ferrovia della linea Ascoli Piceno – Porto d’Ascoli, sono state create nuove corse di treni tra Ascoli e Ancona tramite i nuovi treni di tipo Jazz, treni dotati di porte d’ingresso ad apertura facilitata per far salire persone con disabilità. Si potrebbe realizzare in questo modo la metropolitana di superficie marchigiana, collegando le varie realtà con la struttura aeroportuale

“E non meno importante – concludono i 5 Stelle – si potrebbero abbattere notevolmente i costi del trasporto su gomma come pedaggi, parcheggi e carburante oltre alla produzione di inquinamento ambientale con automezzi privati facendo si che l’utilizzo del treno sia comodo, veloce, economico ed ecologico”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)