ASCOLI PICENO – Alla vigilia della sfida che vedrà il Picchio impegnato contro il Pescara di Zeman, alle prese con un ambiente incandescente, parla l’allenatore dell’Ascoli Serse Cosmi: “Dopo due pareggi giocati ed ottenuti in maniera diversa che lasciano qualche recriminazione abbiamo il desiderio di avere il massimo, con le difficoltà che ovviamente troveremo in campo. A Pescara ho allenato, arrivai in una situazione particolare, venivano da 7 sconfitte consecutive; non sono arrivati i risultati aspettati ma mantengo un buon ricordo, ci siamo lasciati bene. Con Zeman ci siamo scontrati poche volte, nonostante le tante panchine fatte da entrambi; la prima volta fu un Perugia-Napoli, un 1-1 dopo cui Zeman fu esonerato nonostante fossimo all’inizio del campionato. Dei problemi degli avversari non li prendo in considerazione, dobbiamo pensare a risolvere i nostri di problemi”.

Lanni o Ragni? – prosegue il mister bianconero – Ivan è storicamente il titolare, non era al massimo contro per la sfida con l’Avellino ed era giusto far giocare Riccardo ma le gerarchie restano quelle. Rientrano D’Urso e Clemenza, Pinto dovrebbe recuperare. In dubbio rimane Mogos che ha avuto uno scontro di gioco in allenamento, vedremo. Bianchi lo conosco bene, si adatta molto bene al 3-5-2, ad Avellino è entrato bene. Ad Avellino per quello visto nella prima mezz’ora solo un punto ci può stare bene, ripartiamo però dall’ultima mezz’ora in cui avremmo meritato di più noi, su Mogos il rigore appariva netto. Il Pescara ha tanta qualità, mancherà qualche titolare ma ha giocatori come Bovo, Mazzocchi, Brugman, hanno tanto potenziale ma noi abbiamo il dovere di cercare la vittoria, lo dico soprattutto perché lo meritano i giocatori. Quando sono arrivati li ho visto delusi, ma consapevoli delle loro responsabilità, sappiamo che qui il calcio conta parecchio. Sapevo come vivono il calcio ad Ascoli, in virtù di questo spero che i giocatori si sentano responsabilizzati. I valori della squadra? Quando sono arrivato a Trapani c’era gente che veniva dalla serie D ed abbiamo fatto 73 punti, qui ci sono ragazzi usciti dalle primavere come migliori in quella categoria e non sono certo io a dirlo. Perez? Deve proseguire come sta facendo, onorando sempre la maglia”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 162 volte, 1 oggi)