ASCOLI PICENO – Dopo le polemiche inerenti agli sms che raccolgono soldi per iniziative “poco trasparenti” per ogni emergenza, compresa quella del dopo-terremoto, l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia (Anci) ha lanciato una iniziativa nuova e con un obiettivo ambizioso di partecipazione e trasparenza: una piattaforma di crowdfunding che possa consentire a chiunque di sostenere le iniziative che preferisce in una sorta di bacheca libera e trasparente.

“Ogni cittadino potrà esaminare il progetto, valutarne la sintonia con la propria sensibilità e quindi provvedere a sottoscrivere una quota di finanziamento – afferma il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli – Una commissione Anci, guidata dai sindaci di Siena e di Parma, offrirà la garanzia del controllo dell’operazione. Ma nel crowdfunding a controllare sono i cittadini che scelgono quali iniziative sostenere”

Il primo cittadino ascolano afferma: “E’ una prova di solidarietà e di partecipazione che i Comuni d’Italia vogliono assicurare ai territori colpiti dal sisma dell’Italia centrale”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 81 volte, 1 oggi)