ASCOLI PICENO – I Reparti Carabinieri Tutela Agroalimentare, in collaborazione col personale della Compagnia di Giuliano e del Nucleo Investigativo Forestale  di Salerno, sottoponevano a verifica 22 aziende, con i seguenti risultati:

in provincia di Ascoli Piceno venivano sequestrati 550 litri di vino da tavola posto in vendita come Rosso Piceno DOC, nella circostanza una persona è stata denunciata per contraffazione di denominazione di origine. Soltanto qualche giorno fa era avvenuto un altro sequestro con deferimento di un altro individuo.

in provincia di Brescia 2.100 kg di olio extravergine di oliva veniva sequestrato per carenza di elementi utili per risalire alla provenienza del prodotto;

nelle province di Asti, Frosinone, Napoli, Salerno, Roma e Torino, eseguiti sequestri per 28.938 chili di prodotti alimentari vari (pasta ripiena, guanciale, carne, pesce), pronti ad essere immessi sul mercato, evocanti marchi di tutela, privi di rintracciabilità e in cattivo stato di conservazione. Per quest’ultima fattispecie di reato sono state denunciate tre persone.;

Il Reparto Speciale dell’Arma,  nelle imminenti festività natalizie, con l’incremento  di prodotti  alimentari immessi sul mercato, ha intensificato l’attività preventiva (nelle ultime tre settimane) a tutela dei consumatori,  al fine di garantire cibi sicuri,  che hanno portato al sequestro di oltre 4.160 tonnellate di vino, olio e vari generi alimentari nonché sanzioni per circa 49 mila euro. 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 955 volte, 1 oggi)