MACERATA – La criminalità non si è voluta fermare neanche per la notte natalizia e ha infierito pure su una zona terremotata.

A Caldarola, alle prime ore del Natale, è stato preso di mira il bancomat del container dove, dopo il sisma, era stata trasferita la filiale della Banca dei Sibillini-Credito cooperativo di Caldarola, in viale Umberto I.

Alcuni abitanti della zona, svegliati dall’esplosione, provocata presumibilmente dall’acetilene, usciti all’aperto sono riusciti a vedere soltanto due persone che raggiungevano un’auto, parcheggiata poco distante, trascinando due trolley.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, sul posto sono intervenuti la direttrice della banca e i carabinieri di Caldarola, Si spera che le telecamere di cui era dotato il container (che è andato distrutto) possano fornire qualche indicazione utile per le indagini.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)