SPINETOLI – Un grave fatto di cronaca scuote tutto il Piceno nel primo giorno dell’anno. Dopo le 3 di notte le fiamme hanno avvolto la palazzina di via Tevere, a Pagliare del Tronto, frazione di Spinetoli, destinata all’accoglienza dei 37 migranti di cui tanto si era parlato nei mesi precedenti.

Sono così intervenuti i Vigili del Fuoco di Ascoli che hanno domato le fiamme e poi proceduto con la bonifica dell’edificio. Le fiamme si sono sviluppate su tutti e tre i piani dell’edificio, il quale era completamente disabitato.

Al momento sono in corso indagini per verificare esattamente la dinamica che ha portato all’incendio, anche se sembra logico e probabile che le fiamme siano di origine dolosa, non fosse altro per l’assenza di persone all’interno. L’immobile è stato posto sotto sequestro.

Nei mesi scorsi la questione dei migranti a Pagliare aveva alimentato molte polemiche, con la nascita di un comitato di cittadini contrario, la partecipazione di Lega Nord e Casapound ad una marcia di protesta assieme al sindaco del Pd Alessandro Luciani, il quale era stato invitato alla trasmissione nazionale di La7 “Piazza Pulita”.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.261 volte, 1 oggi)