Grottazzolina – Si spartiscono la posta in palio M&G Videx Grottazzolina e Sigma Aversa, nello scontro diretto per la lotta al quarto posto, l’ultimo utile per la salvezza immediata al termine della prima fase. Tensione in campo per un match dal valore importantissimo, dove l’equilibrio si è visto in realtà soltanto nel tie-break.

Nei primi due set, la Videx ha dato vita ad una prestazione di altissimo livello, dimostrando di poter dire di nuovo la sua con una formazione che si avvicinava a quella tipo (assente il solo Salgado), capitolando poi nei due parziali successivi per un calo di tensione che avrebbe potuto risultare decisivo. Nel tie-break invece, si è rivista la grinta che aveva caratterizzato Morelli e compagni nel girone d’andata, e il risultato finale premia una squadra che nelle difficoltà è stata capace di stringere i denti e reinventarsi, senza poter mai giocare con il suo sestetto titolare nell’intero girone di ritorno.

L’equilibrio nel primo parziale dura fino a quota 7, quando la Videx si scatena offrendo ai suoi tifosi un vero e proprio show: Richards e Morelli murano in sequenza Santangelo e Simeonov, costringendo Bosco a spendere il primo time-out sul 9-7, poi Vecchi firma il 12-7 direttamente dai 9 metri. I grottesi trovano sicurezza e allungano ancora con un muro, stavolta di Gaspari, per il 17-9, che diventa 18-9 grazie all’ace di Morelli. Vigil Gonzalez risponde allo stesso modo cercando di tenere a galla i suoi (17-13), ma la Videx mantiene lucidità. Cecato in regia gestisce i suoi attaccanti in maniera impeccabile e Morelli conquista il set point sul 24-17. La chiude direttamente Aversa con un’invasione a rete, per il 25-17 Videx.

Nel secondo set, la Videx prova a scappare 8-5, ma Aversa la riprende con Vigil Gonzalez a muro (9-8). Richards in attacco e Gaspari a muro spingono sull’acceleratore e la Videx può volare a +4 (12-8). Cecato si affida a Vecchi e Richards in questa fase e i due schiacciatori ripagano la fiducia, quindi è Morelli a scatenare il pubblico con il diagonale vincente da posto 4 che serve a mantenere il distacco invariato (19-15). Sull’invasione a rete di Aversa i grottesi si spingono fino a +5 (21-16) e Bosco è costretto a fermare il gioco. Il finale di set è tutto dedicato a Michele Morelli, che trova il 23-16 con un prodigioso attacco in diagonale e regala il set point col muro del 24-16. La chiude Jordan Richards capitalizzando un’alzata di Cecato che arriva direttamente dalla panchina: è ancora 25-17 Videx.

Parte meglio Aversa nel terzo parziale, trovando per la prima volta nel match il doppio vantaggio, anche se soltanto sul 4-2. La Videx trova la parità a quota 5, ma l’attacco out di Morelli vale il +3 per gli ospiti (5-8). Morelli in float trova l’ace del 10-12, poi Vecchi impatta a quota 14-14 con un attacco a due mani. Il break della Videx arriva sul turno al servizio di Cecato, che prima sorpassa sul 16-15, poi causa il fallo in palleggio di Pinelli subito dopo. Aversa non molla la presa e torna a 19-19 con l’attacco da posto 4 di Simeonov, sorpassando 19-22 a causa di qualche disattenzione di troppo in casa Videx. Richards interrompe il momento no della Videx (20-22, pallonetto vincente), ma Baldari trova il set point sul 21-24. Vecchi annulla la prima, lo stesso Baldari chiude alla seconda occasione: 22-25 Aversa.

Aversa vola in avvio di quarto set, con la Videx che pecca in fase di muro-difesa (2-6). L’ace in float di Richards dimezza il distacco (4-6), ma in risposta gli ospiti mettono a segno un break di 0-5 ed è 4-11 (Baldari in attacco). Ortenzi cerca di rinforzare la ricezione inserendo de Fabritiis per Richards, per tutta risposta Pinelli piazza due ace consecutivi che significano +10 (5-15). La luce si spegne nella metà campo grottese, mentre Aversa non sbaglia più nulla e va a vincere 12-25.

Il turno al servizio di Riccardo Vecchi consente alla Videx di recuperare concentrazione e lucidità nel tie-break, ed è subito 5-1 (ace dello schiacciatore grottese). Simeonov risponde accorciando le distanze sempre dai 9 metri ed è 3-5, ma al cambio campo la Videx si presenta con un discreto margine (5-8). Cecato prima e Gaspari poi allungano a muro per l’11-6, ma Aversa non ci sta e torna a farsi sotto con Simeonov (11-9), che attacca però out la palla del 13-9. L’epilogo è ancora Morelli show: l’opposto prima firma il match point (14-10), quindi chiude set e match, da posto 4, con un attacco che vale il 15-11 finale. Esplode la gioia al PalaGrotta, per la vittoria e la contemporanea consapevolezza di aver ritrovato una grande squadra.

TABELLINO

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA – SIGMA AVERSA: 3-2 (25-17, 25-17, 22-25, 12-25, 15-11)

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Vecchi 15, Gaspari 5, Morelli 20, Richards 24, Fiori 4, Cecato 4, Brandi J. (L1), Calistri (L2) 57%, De Fabritiis, Minnoni, Brandi N.. N.e.: Salgado, Pison, Romagnoli. All1: Ortenzi – All2: Cruciani

SIGMA AVERSA: Giacobelli 8, Santangelo 21, Simeonov 12, Vigil Gonzalez 16, Pinelli 5, Baldari 11, Vacchiano (L1) 37%, Montò, Marra. N.e.: Grassi, Catena. All1: Bosco – All2: Passaro

Arbitri: Moratti – Mattei

Note: Videx bs 9, ace 7, muri 10, ricezione 43% (24% prf), attacco 49%, errori 21. Aversa bs 9, ace 6, muri 11, ricezione 55% (34% prf), attacco 51%, errori 27.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 54 volte, 1 oggi)