SPINETOLI – “Crescono, in misura preoccupante, gli episodi di intolleranza nella provincia di Ascoli Piceno contro gli immigrati e rifugiati. La notte di Capodanno è andata a fuoco a Spinetoli una palazzina destinata ad accogliere i migranti e l’origine dell’incendio è certamente dolosa. Il 4 gennaio, alcuni membri del Gus (Gruppo di Umana Solidarietà) impegnati ad assistere i migranti, si sono ritrovati le gomme delle auto squarciate. Siccome dubitiamo che si tratti di coincidenze, la lista politica Liberi e Uguali di Ascoli Piceno, composta da Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista, Sinistra Italiana e Possibile, condanna fermamente questi atti di inciviltà e di barbarie.”.

Il movimento politico torna sull’incresciosa vicenda e afferma: “Questi, purtroppo, sono gli ultimi episodi di una lunga serie di atti intolleranti quali lo striscione contro i rifugiati appeso davanti all’ITCG Umberto I e lo studente antifascista aggredito davanti all’Istituto Mazzocchi, che indicano l’allarmante crescita di ideologie nazifasciste che bisogna contrastare e combattere per il benessere della nostra civiltà e della nostra democrazia – dichiara – Esprimiamo quindi massima solidarietà ai migranti ed ai ragazzi del GUS che si sono ritrovati le ruote squarciate, augurando loro di continuare a svolgere in completa serenità il loro lavoro, senza dover più subire tali beceri atti di ignoranza e di violenza”.

“Ci auguriamo che le forze dell’ordine riescano velocemente a fare chiarezza su questi episodi in modo da bloccare i colpevoli e questi atti di violenza e intimidazione, che non debbono assolutamente più ripetersi” conclude Articolo 1.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 494 volte, 1 oggi)