ASCOLI PICENO – Inizia male il girone di ritorno per l’Ascoli Picchio che non riesce a difendere il vantaggio maturato nel primo tempo, splendido il gol Monachello, e si fa rimontare nella ripresa con un rigore di Iori e la rete di Vido che fissa il risultato finale sul 2-1 per i veneti.

L’allenatore dell’Ascoli Serse Cosmi: “E’ un peccato per il risultato, ma abbiamo perso contro una squadra che ha giocato per 95 minuti meglio di noi. Si può recriminare per gli episodi, ma bisogna essere sereni nel giudizio, siamo andati in vantaggio alla fine del primo tempo con un solo tiro fatto. Penso alla prossima partita, oggi i miei non erano al cento per cento e se giochi sotto le tue possibilità la sconfitta è la logica conseguenza. Ho preso un rischio a far giocare tutte e tre i nuovi che quest’anno non avevano giocato, Monachello è più avanti con la preparazione, Ganz si è visto che era un po’ in affanno, così come Martinho che aveva i crampi e a cui si è aggiunto il problema di Lanni. La partita oggi non l’abbiamo persa tatticamente, loro sono stati più attenti, oggi quello che mi ha sorpreso è stato l’Ascoli, abbiamo sbagliato con tanti, troppi giocatori. Dopo la sosta ci sono tante teorie, ci ha rotto un po’ la condizione il fermarci, è sempre un punto interrogativo. Sicuramente non siamo al top, abbiamo fatto errori che però non riguardano la preparazione”.

Il mister del Cittadella Roberto Venturato: “Abbiamo concesso solo due occasioni, nel primo tempo. Nella prima frazione siamo stati  poco incisivi, credo che il risultato sia meritato, penso che abbiamo fatto qualcosa in più dell’Ascoli, nell’ultima mezz’ora siamo stati particolarmente concreti. Il campionato è lungo, i bianconeri hanno le qualità per fare bene. L’episodio del secondo pallone in campo alla fine? Mi dispiace, non ho visto ma mi hanno detto che era stato un gesto involontario, se c’è stato un errore dalla panchina chiedo scusa io per tutti“.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 292 volte, 1 oggi)