ASCOLI PICENO – La Regione Marche ha partecipato al Tavolo di concertazione per la riconversione del sito produttivo Sgl Carbon, convocato dal sindaco del Comune di Ascoli Piceno, Guido Castelli.

Presente con la vice presidente Anna Casini, la Giunta regionale ha riconfermato il “ruolo guida” nella gestione dell’intervento sulla “vasca di prima pioggia”.

A seguito del commissariamento del Comune, da parte della Regione, per le inadempienze relative alla bonifica della vasca di prima pioggia, oggetto di infrazione comunitaria, è stato nominato un commissario straordinario.

Il Presidente della Regione, Luca Ceriscioli, ha sottoscritto il 19 dicembre scorso un protocollo d’intesa con il ministero dell’Ambiente che ha destinato 7,7 milioni di euro alla bonifica della “vasca”.

Nel corso dell’incontro odierno, 22 gennaio, dedicato a informare il tavolo dei tempi del rilascio della valutazione ambientale da parte della Provincia di Ascoli Piceno e al finanziamento ministeriale, la vice presidente ha ribadito “l’urgenza di avviare il recupero, anche a fronte dell’infrazione comunitarie che grava sull’area”.

La Regione ha sollecitato chiarezza nella tempistica, nella volontà e nella capacità di procedere al recupero di un’area definita strategica per lo sviluppo e la riqualificazione della città di Ascoli Piceno.

“Il Comune dovrà ora approvare il Piano attuativo per consentire ai privati di iniziare le opere di bonifica” afferma l’Ente.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)