ASCOLI PICENO – Opportunità da non perdere. Francesco Balloni, direttore generale della Cna di Ascoli Piceno, intervenendo al convegno del “Social Day”, ha incentrato il suo intervento sulle possibilità di finanziamento attualmente operative per le imprese che intendano investire in questo importantissimo settore. Il direttore Balloni, precisando l’impegno della Cna Picena per informare e seguire le pratiche di finanziamento delle ditte interessate al bando, ne ha ribadito i punti fondamentali.

“In sintesi, si può affermare che l’aria di una sia pur difficile e timida ripresa economica che si è diffusa nell’intero Paese nel corso dell’anno appena passato, nella provincia Picena si è avvertita soprattutto in termini di ispessimento del tessuto di imprese attive soprattutto nel terziario meno tradizionale. Ovvero innovazione. Quindi più start-up e maggiore formazione, sia di base che continua. Il mercato segna la strada per il futuro. La governance di questo meccanismo farà la differenza fra successo o insuccesso” ha dichiarato.

Governance che vuol dire azioni concrete e tangibili per agevolare soprattutto medie, piccole e microimprese in questo percorso di crescita e di innovazione. Come Cna siamo impegnati, fra i tanti fronti, anche nell’azione di consulenza e svolgimento delle pratiche proprio per il recentissimo bando sui Voucher e digitalizzazione delle Pmi – ha continuato – Si tratta di un bando di grande rilevanza anche e soprattutto perché i soggetti beneficiari sono le Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori con sede legale o unità operativa nel territorio nazionale ed iscritte al Registro imprese. Intervento di sostegno economico e finanziario che le aziende potranno utilizzare per: migliorare l’efficienza aziendale; modernizzare l’organizzazione del lavoro; sviluppare soluzioni di e-commerce; incentivare le connessioni a banda larga; migliorare i collegamenti a internet mediante tecnologia satellitare in aree non ancora completamente infrastrutturate; accedere alla formazione qualificata al personale”.

La Cna Picena ricorda agli interessati che per raggiungere questi obiettivi saranno finanziabili: acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistici, nonché alcune spese accessorie, purché correlate agli ambiti di attività e spese per la partecipazione a corsi di formazione e per l’acquisizione di formazione qualificata.

A ciascun soggetto sarà riconosciuto un voucher di importo non superiore a 10mila euro, nella misura massima del 50 per cento del totale delle spese ammissibili e nei limiti delle risorse finanziarie. Il Ministero effettuerà il riparto dei fondi nel caso in cui l’importo complessivo dei voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni sulla programmazione 2014-2010). Mentre le spese ammissibili sono quelle sostenute dopo l’assegnazione del voucher.

L’accesso al bando sarà possibile telematicamente dalle ore 10 del 30 gennaio fino alle ore 17 del 9 febbraio 2018. E in questo lasso di tempo, come Cna, opereremo a tutto campo per far conoscere alle imprese del territorio le opportunità che questo bando offre al loro percorso di crescita, di adeguamento e di ammodernamento di processi e prodotti.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 102 volte, 1 oggi)