ASCOLI PICENO –  Riportiamo quanto inviatoci dal Comitato dei Docenti GAE, in riferimento alla  legge 107 , con la quale veniva di fatto sancito il completo assorbimento in tre anni delle GAE. In 45 mila precari hanno deciso di non partecipare per motivi personali e familiari al piano assunzionale previsto dalla cosiddetta “Buona scuola” LG 107/2015 (che li avrebbe costretti ad accettare un loro trasferimento in una delle 100 Province in cui potevano essere collocati in ruolo), aspettando con pazienza e dignità quanto appunto normato: la conclusione delle varie fasi durante l’a.s. 2015/2016 e l’inizio delle assunzioni al 50% da GaE e al 50% da concorso 2016 a partire dall’a.s. 2016/2017.

Il comitato: “Dal 2014 i diplomati magistrale entro il 2001/02 hanno cercato tramite ricorso di accedere alle GAE, graduatorie chiuse nel 2008 , che permettono di accedere al ruolo automatico, ossia senza doversi sottoporre al concorso. Grazie a tali ricorsi, hanno ottenuto l’accesso all’insegnamento anche moltissime persone che mai erano state interessate a svolgere questo lavoro. Nelle sole GAE della provincia di Roma la percentuale degli iscritti con riserva ed a zero punti di servizio sono il 79,6% per la scuola dell’infanzia e il 91,8% per la primaria. Molti diplomati grazie al ricorso hanno ottenuto cautelari favorevoli superando sia laureati in Scienze della Formazione primaria, sia docenti vincitori di concorso. La sentenza dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato ha riportato equità nella scuola. Stabilendo che il solo Diploma Magistrale conseguito entro il 2001/02 non è titolo di accesso per le GAE.”

Conclusione: I diplomati torneranno nella graduatoria a cui hanno diritto, riservata tutti i docenti abilitati, ossia II fascia, insieme ai laureati. Nessuno verrà licenziato e tutti potranno essere convocati per le supplenze. Sarà quindi stabilizzato chi merita, sia egli diplomato o laureato, e non chi si affida a scorcatoie. Riteniamo di dover diffondere il seguente comunicato per rispondere alla mistificazione mediatica sulla vicenda ed alla conseguente strumentalizzazione politica pre-elettorale. Circa 100.ooo docenti:  Coordinamento nazionale Scienze della Formazione Primaria NO; Cordinamento Nazionale Docenti GAE; Coordinamento NAzionale Vincitori di Concorso 2016; Comitato tutela docenti precari GAE infanzia e primaria.”

Il video dell 11 ottobre 2016 nel quale il Comitato dei docenti GAE chiedeva ripestto della legge

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 311 volte, 1 oggi)