ASCOLI PICENO – Il Bim Tronto dà vita al Sistema Museale Piceno, la rete dei Musei della provincia di Ascoli Piceno, una governance turistica provinciale che vuole rappresentare una bussola per un viaggio culturale in un territorio straordinario.

Il Sistema Museale Piceno nasce da un’idea del Bacino Imbrifero Montano del Tronto, subito condivisa dai Comuni del territorio e dai soggetti pubblici e privati titolari dei musei civici, delle raccolte museali, dei monumenti e beni culturali aperti al pubblico.

Attualmente al sistema hanno aderito formalmente 22 Comuni (Acquaviva Picena, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Carassai, Castel di Lama, Castignano, Colli del Tronto, Comunanza, Cossignano, Force, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montedinove, Montegallo, Montemonaco, Monteprandone, Palmiano, Rotella, Roccafluvione, San Benedetto del Tronto, Spinetoli, Venarotta). A questi si aggiungono di fatto anche Acquasanta, Montalto, Ripatransone e Grottammare che, ospitando strutture museali, fanno parte della rete, facendo salire a quota 26 i Comuni. In progetto anche la realizzazione del portale web del Sistema Museale Piceno, mentre il logo è già stato confezionato.

La rete, su iniziativa del Bim Tronto, nasce dalla volontà di far conoscere, valorizzare, qualificare e promuovere i musei della provincia, attraverso un’offerta turistica culturale e museale maggiormente qualificata e integrata. Il coordinamento provinciale mira, in particolare, a valorizzare il patrimonio museale esistente, attivare percorsi di formazione per la qualificazione del personale già inserito nei Musei e di nuovo personale, sviluppare progetti di didattica museale, promuovere il patrimonio culturale e artistico attraverso strumenti pubblicitari e informativi e, infine, migliorare la qualità, la quantità e le modalità di accesso ai servizi culturali offerti al pubblico, in una logica di sistema attraverso la gestione coordinata di funzioni e servizi culturali, l’omogeneizzazione degli standard di qualità e la creazione di percorsi di visita e itinerari turistici e culturali.

“Per il Bim Tronto realizzare un Sistema Museale Piceno significa voler accrescere e promuovere la missione educativa di ogni singolo museo e di ogni singola struttura espositiva, attraverso una gestione culturale condivisa e coordinata a livello territoriale”, spiega Luigi Contisciani, presidente dell’ente e del Sistema Museale Piceno. “Questo è un lungo percorso di programmazione territoriale nato nel 2016, rallentato dalle terribili conseguenze del terremoto, ma mai abbandonato e che oggi vede la luce. Era necessario razionalizzare l’offerta e potenziare la produzione culturale, creando sinergie con il turismo, l’ambiente, l’istruzione e la formazione professionale e ci siamo fatti carico di questa missione. Il patrimonio artistico e culturale di questo territorio non rappresenta soltanto un essenziale volano per il turismo, ma anche uno strumento identitario oggi più che mai importante per la comunità del Piceno e il motore per lo sviluppo locale a base culturale. A beneficiarne sarà l’intera provincia e, soprattutto, le realtà di piccole dimensioni che, aderendo come un unico, grande sistema integrato, acquisiscono le stesse opportunità dei ‘grandi’ nell’attuale mercato dell’arte e della cultura. Inoltre, mettere in comune le conoscenze e i patrimoni significa moltiplicare le proprie potenzialità, accrescendone la portata”.

Tra le ricadute concrete della creazione del sistema museale ci sono anche la possibilità di partecipare in maniera più competitiva ai bandi europei, la possibilità di porsi, nei confronti degli interlocutori privati, con una maggiore autorevolezza e un maggiore interesse dal punto di vista del marketing culturale, dando vita, tra l’altro, a tutta una serie di iniziative che vanno dalla realizzazione di eventi trasversali, alla messa a sistema delle potenzialità comunicative e gestionali, fino al sostegno virtuoso delle realtà minori.

Gli istituti museali e culturali del Sistema Museale Piceno:

  1. Museo “La Fortezza nel tempo” di Acquaviva Picena (AP)
  2. Esposizione permanente di pajarole di Acquaviva Picena (AP)
  3. Rocca medievale con annesso museo di arti e tradizioni popolari di Arquata del Tronto  

      (AP)

  1. Museo della Sacra Sindone di Arquata del Tronto (AP)
  2. Museo d’arte immanente “Villa Papi” di Arquata del Tronto (AP)
  3. Museo dell’Alto Medioevo di Ascoli Piceno (AP)
  4. Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno (AP)
  5. Galleria d’arte contemporanea di Ascoli Piceno (AP)
  6. Museo dell’arte ceramica di Ascoli Piceno (AP)
  7. Museo diocesano di Ascoli Piceno (AP)
  8. Picenworld Museum di Ascoli Piceno (AP)
  9. Museo biblioteca “Francesco Antonio Marcucci” di Ascoli Piceno (AP)
  10. Antiquarium di Carassai (AP)
  11. Museo archeologico di Castel di Lama (AP)
  12. Museo delle arti e tradizioni popolari di Castignano (AP)
  13. Museo delle icone di Castignano (AP)
  14. Museo del Baco da seta di Colli del Tronto (AP)
  15. Museo “Ferdinando Cicconi” di Colli del Tronto (AP)
  16. Museo archeologico di Colli del Tronto (AP)
  17. Museo archeologico di Comunanza (AP)
  18. Antiquarium “Nicola Pansoni” di Cossignano (AP)
  19. Museo civico d’arte sacra di Cossignano (AP)
  20. Museo del rame di Force (AP)
  21. Museo dei fischietti e delle pipe e della terracotta popolare di Massignano (AP)
  22. Museo della Cripta-le mummie di Monsampolo del Tronto (AP)
  23. Museo civico di Monsampolo del Tronto (AP)
  24. Museo Laboratorio di archeologia di Monsampolo del Tronto (AP)
  25. Mostra permanente di presepi artistici di Monsampolo del Tronto (AP)
  26. Biblioteca tomistica di Monsampolo del Tronto (AP)
  27. Museo archeologico delle tombe picene di Montedinove (AP)
  28. Museo della civiltà contadina di Montegallo (AP)
  29. Palazzetto Branconi di Montegallo (AP)
  30. Museo della Sibilla di Montemonaco (AP)
  31. Museo dei codici di S. Giacomo della Marca di Monteprandone (AP)
  32. Museo “mostra fotografica foto d’epoca” di Palmiano (AP)
  33. Ecomuseo di Poggio Canoso di Rotella (AP)
  34. Museo fotografico e multimediale delle civiltà contadine di Roccafluvione (AP)
  35. Museo della Civiltà marinara di San Benedetto del Tronto (AP)
  36. Museo ittico di San Benedetto del Tronto (AP)
  37. Museo delle anfore di San Benedetto del Tronto (AP)
  38. Antiquarium Truentinum di San Benedetto del Tronto (AP)
  39. Pinacoteca del mare di San Benedetto del Tronto (AP)
  40. Museo “pietraia dei poeti” di San benedetto del Tronto (AP)
  41. Museo della civiltà contadina di Spinetoli (AP)
  42. Museo della scultura di Spinetoli (AP)
  43. Antiquarium della necropoli romana di Spinetoli (AP)
  44. Museo storico di Venarotta (AP)
  45. Rocca di Castel di Luco di Acquasanta Terme (AP)
  46. Museo sistino d’arte sacra di Castignano (AP)
  47. Museo sistino d’arte sacra di Comunanza (AP)
  48. Museo sistino d’arte sacra di Force (AP)
  49. Museo sistino d’arte sacra di Grottammare (AP)
  50. Museo sistino d’arte sacra di Montalto Marche (AP)
  51. Museo sistino d’arte sacra di Montemonaco (AP)
  52. Museo sistino d’arte sacra di Monteprandone (AP)
  53. Museo sistino d’arte sacra di Ripatransone (AP)
  54. Museo sistino d’arte sacra di Rotella (AP)
  55. Museo sistino d’arte sacra di San Benedetto del Tronto (AP)
Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 305 volte, 1 oggi)