ASCOLI PICENO – L’Associazione nazionale mutilati e invalidi di guerra parteciperà sabato 27 gennaio ad Ascoli Piceno al convegno sulle vicende dell’Olocausto degli ebrei in programma alle ore 10 presso la Sala della Ragione a Palazzo dei Capitani, in occasione della celebrazione della Giornata della Memoria.

Lo ricorda il presidente della sezione provinciale dell’Anmig, Andrea Quaglietti. “L’Anmig parteciperà per testimoniare la propria presenza ad una giornata di celebrazione così importante che ha lo scopo di non dimenticare l’orrore che è stato prodotto negli anni dell’ultima guerra mondiale, ma anche per ricordare i molti soci e concittadini di allora che patirono quelle sofferenze e furono anche deportati nei campi di lavoro e di concentramento da parte dei tedeschi. Tra questi vi fu anche lo storico presidente della sezione ascolana dell’Associazione, Umberto Nardi, che fu trasferito in Germania e si salvò miracolosamente, tornando poi in patria”.

Aggiunge poi Quaglietti che “la Giornata della Memoria deve essere anche un momento in cui trasmettere ai giovani la memoria di quanto di tragico e inumano è accaduto oltre 70 anni fa, in tutta Europa, e per evitare di costruire un mondo in cui tali barbarie possano ripetersi. L’Anmig, con la sua presenza, vuole anche ribadire il suo scopo istituzionale di impegno a favore dei valori di democrazia e libertà, tolleranza e rispetto dei diritti umani che hanno caratterizzato l’Italia e l’Europa dopo la Guerra e gli orrori dell’olocausto e di tutti le vittime del conflitto”.

Il convegno di sabato mattina, dal titolo “Meditate che questo è stato” (da una famosa frase di Primo Levi) prevede il saluto delle autorità, il contributo alla riflessione da parte degli studenti della scuola media D’Azeglio, l’intervento del prof. Bruno Maida sulla “Shoa dei bambini” e l’esibizione del Coro Piccole Voci della scuola Don Giussani.

Info 3494103507

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 54 volte, 1 oggi)