ASCOLI PICENO – I sindaci delle sette località individuate dall’algoritmo lunedì 29 gennaio riceveranno una lettera, nella quale la Regione chiede alle amministrazioni una proposta di aree idonee per il nuovo ospedale del Piceno, da individuare in base a una serie di caratteristiche.

I comuni interessati sono Ascoli Piceno, Castel di Lama, Colli del Tronto, Maltignano, Monsampolo del Tronto, Monteprandone e Spinetoli.

Le principali caratteristiche che verranno valutate sono:

superficie pianeggiante di minimo 20 ettari; presenza nelle vicinanze di opere di urbanizzazione;

accessibilità e vicinanza alle principali vie di comunicazione; preferenza di aree che non presentino vincoli ambientali;

preferenza di proprietà già pubbliche;

Il primo esito dell’algoritmo è servito per trovare la porzione baricentrica di territorio. Dopo l’invio dei siti, l’algoritmo verrà applicato nuovamente alle zone indicate, scegliendo la migliore sotto il profilo tecnico. Alla lettera della Regione i sindaci dovranno rispondere entro il 5 febbraio e l’eventuale assenza di risposta sarà considerata come mancato interesse alla realizzazione del nuovo nosocomio nel proprio territorio comunale. L’infrastruttura rappresenta un progetto territoriale strategico e ormai irrinunciabile per l’Area Vasta 5.

Di seguito la lettera che verrà inviata

Spett.le
Sindaco del Comune di Ascoli Piceno
Sindaco del Comune di Castel di Lama
Sindaco del Comune di Colli del Tronto
Sindaco del Comune di Maltignano
Sindaco del Comune di Monsampolo del Tronto
Sindaco del Comune di Monteprandone
Sindaco del Comune di Spinetoli

OGGETTO: Richiesta di proposta di area idonea per il nuovo ospedale del Piceno.

In riferimento alla definizione dell’ubicazione del nuovo ospedale del Piceno con la presente si chiede alle Amministrazioni in indirizzo di proporre la candidatura di eventuali aree idonee, nel territorio comunale di riferimento, alla futura realizzazione.
Le principali caratteristiche che verranno valutate sono le seguenti:
– Superficie pianeggiante di minimo 20 Ha;
– Presenza nelle vicinanze di opere di urbanizzazione;
– Accessibilità e vicinanze alle principali vie di comunicazione;
– Preferenza di aree che non presentino vincoli ambientali;
– Preferenza di proprietà già pubbliche.
Per ogni candidatura andrà prodotto il relativo certificato urbanistico, una planimetria con l’indicazione dei lotti proposti con indicazione delle superfici, con evidenziate eventuali proprietà pubbliche, e relativa documentazione fotografica. Le proposte ricevute verranno confrontate e valutate anche in considerazione dei tempi medi di percorrenza necessari all’utenza pe raggiungerle. Verranno valutate le sole candidature pervenute entro il prossimo 5 febbraio 2018.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 916 volte, 1 oggi)