ASCOLI PICENO – C’è pure spazio per Giuseppe, 80 anni, pensionato della Cna di Ascoli, all’evento “Tra generazioni”. Lui, per trent’anni emigrante in America e poi artigiano qui nel Piceno, “là in America”, dove “si lavorava come somari”, sognava negli anni ’50 e nei giorni afosi del Midwest a Stelle e Strisce, un frigorifero. Oggi, il frigorifero ce l’ha. E ora ha imparato a usare il computer e a comunicare con tutti i suoi parenti, anche quelli rimasti lontani, “là in America”.

Giuseppe è uno dei pensionati della Cna di Ascoli che ha avuto come tutor un ragazzo del quarto anno dell’IIS “Fermi-Sacconi-Ceci”.

E’ stato nell’Aula magna dell’istituto che Cna Pensionati (Nazionale e territoriale di Ascoli), grazie all’iniziativa di “Mondo digitale”, e con la collaborazione del Facebook Italia, che sono stati consegnati gli attestati di partecipazione per chi ha aderito a questo progetto di formazione e di interazione fra giovani e anziani.

Dunque, grazie all’azione della Cna, gli anziani si confrontano e interagiscono con i giovani attraverso gli strumenti tecnologici e digitali. “Tra generazioni. L’unione crea il lavoro”, programma per la formazione intergenerazionale e la promozione del made in Italy, ha fatto tappa ad Ascoli Piceno. E ha coinvolto studenti e artigiani in pensione di quattro regioni italiane: Lombardia, Umbria, Puglia e Marche.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Mondo Digitale e Cna Pensionati in collaborazione con Facebook Italia ed è stata presentata nell’aula magna dell’Istituto Industriale Statale “Fermi-Sacconi-Ceci” di Ascoli Piceno.

“Il progetto recupera l’esperienza materiale degli artigiani Cna e attraverso le nuove tecnologie la trasforma in un’opportunità per la creazione di nuovi business ed il rilancio sociale ed economico dei territori”, spiega Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale. Gli anziani tornano sui banchi di scuola per imparare a cogliere le opportunità offerte da internet.

“Gli anziani apprendono cose nuove – ha detto Giovanni Giungi, presidente nazionale di Cna Pensionati – e gli studenti fanno la conoscenza dei segreti dei mestieri artigiani grazie all’esperienza di chi ha contribuito attivamente al rilancio del Paese nel dopoguerra”.

“Un progetto di grandissima innovazione e potenza – ha aggiunto Maria Beatrice Tragni, segretaria nazionale di Cna Pensionati – che ha dentro la sfida per lo sviluppo del nostro Paese. Una collaborazione intergenerazionale proficua, solidale ed intelligente”.

“Da parte della Cna Pensionati – commentano Luigi Passaretti, presidente territoriale della Cna di Ascoli e Francesco Balloni, direttore generale dell’Associazione – c’è sempre stata grande attenzione nei confronti dello scambio culturale con le nuove generazioni. Vogliamo far capire ai ragazzi, che devono provare a realizzare i propri sogni con passione. E la sinergia con le scuole è la strada maestra per perseguire questo obiettivo”.

Alla consegna degli attestati erano presenti, insieme alla dirigente scolastica dell’IIS Fermi, Patrizia Palanca, il presidente della Camera di Commercio di Ascoli, Gino Sabatini, e il vice sindaco di Ascoli, Donatella Ferretti.

“Come Cna Picena – conclude Anna Rita Pignoloni, responsabile territoriale di Cna Pensionati – lavoriamo da anni per creare situazioni nelle quali chi è meno giovane possa apprendere e allo stesso tempo trasmettere conoscenza a chi è più giovane”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 72 volte, 1 oggi)