AMSTERDAM – Stand con prodotti locali, cooking show, la presentazione di un corso di italiano per stranieri e di un tour di 4 giorni alla scoperta nel Piceno.

Gate-away.com, il portale di vendita di case per stranieri, ha promosso il Piceno al Little Italy di Amsterdam. La fiera, che si è tenuta dal 2 al 4 febbraio, completamente dedicata al turismo enogastronomico italiano, è riservata a un numero limitatissimo di produttori e di piccoli Comuni italiani selezionati dall’organizzatore Marcel Molenbeek di DSV Media, casa editrice specializzata in magazine, eventi e altri canali di promozione dell’Italia.

“La nostra referente olandese Corine De Haas – spiega Annalisa Angellotti, vice general manager di Gate-Away.com – ci ha proposto di curare lo stand del Piceno alla fiera e noi, per promuovere le tipicità del nostro territorio abbiamo coinvolto i fratelli Lorenzo e Luca Pagliarini, due chef dell’associazione AmoCupra”.

Durante le tre giornate, coloro che hanno visitato lo stand hanno potuto gustare la cucina tipica picena grazie ai piatti di Luca Pagliarini e ai prodotti locali come quelli del Molino Agostini, di Collevite di Patasibilla e dell’Oleificio Silvestri Rosina che ha omaggiato tutti di un campione di olio, molto apprezzato. Inoltre sono stati presentati dei pacchetti per corsi di italiano agli stranieri, organizzati dalla Gate-Away.com e il tour Food and Wine che prevede la scoperta del Piceno in 4 giorni, dal mare alla montagna, e di tutte le sue peculiarità  tipicità enogastronomiche.

“Abbiamo conosciuto Corine e suo marito Rob – continua l’Angellotti – quando acquistarono la loro seconda casa a Cossignano tramite il nostro portale. I due coniugi avevano girato tutta l’Italia prima di scegliere le Marche. Ultimamente hanno deciso di stabilirsi definitivamente nel Piceno perché nella nostra zona si sentono davvero a casa”.

I dati di Gate-Away.com confermano la preferenza degli olandesi per le Marche che si posizionano al 6° posto nella loro classifica di gradimento. Il focus marchigiano vede gli olandesi addirittura al 4° posto delle ricerche.

“Gli olandesi, come tanti di altre nazionalità – conclude Annalisa Angellotti – prediligono la scoperta di un territorio tramite le bellezze e l’enogastronomia che offre. Il periodo della loro venuta in Italia non coincide quasi mai con la stagione estiva, preferiscono stagioni più calme dal punto di vista turistico, per assaporare appieno l’Italia”


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)