OFFIDA – Si avvicina un evento molto sentito nell’entroterra.

Venerdì 9 febbraio si svolgerà ad Offida “Lu Bov Fint”: una tradizione offidana che richiama solitamente nel Borgo numerose di persone da Comuni limitrofi ma anche fuori Regione.

Dal primo pomeriggio viene portato in giro per le vie del centro storico e la piazza principale un bove composto da un’intelaiatura di legno e ferro, coperta da un panno bianco e portato da diverse persone.

Solitamente, giunto in piazza, il bove viene ‘istigato’ dalla folla (vestita principalmente con il guazzarò, veste utilizzata per i lavori in campagna) con urla e schiamazzi. Il tutto ricorda la corrida.

Con l’arrivo del buio la festa ha fine con la simbolica uccisione del bove al quale vengono fatte toccare le corna su una colonna del palazzo municipale.

Infine il bove, morto, viene portato per le vie del paese in una sorta di processione con i partecipanti che cantano l’inno del Carnevale di Offida.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 259 volte, 1 oggi)