ASCOLI PICENO – Il progetto Sestiere 2.0 realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno ha come obbiettivo quello di allargare le attività del Sestiere di Porta Maggiore, oggi legate solo all’evento Quintana, ad azioni di più ampio respiro per contrastare i disagi dovuti alla fragilità delle relazioni sociali e familiari, al senso di abbandono e solitudine, alle nuove povertà.

Il progetto vede come capofila il Sestiere di Porta Maggiore e la partecipazione di associazioni nate e cresciute nel quartiere, quali: l’Associazione Sportiva Piazza Immacolata, il Laboratorio Minimo Teatro, la Casa di Asterione. Il percorso maturato dal basso nella piena condivisione, è partito da un attento studio dei bisogni della comunità e dalla rilevazione di aspettative e desideri fino ad arrivare alla programmazione di  azioni ben definite, capaci di incidere soprattutto nel sostegno delle politiche familiari.

Vogliamo con la nostra proposta, accrescere il senso di aggregazione e partecipazione degli abitanti del Quartiere di Porta Maggiore nella condivisione dei valori civili, sociali e culturali migliorando così le relazioni tra giovani, tra genitori, tra nonni e tra loro nell’interscambio generazionale.

Sono cinque le azioni che si andranno a sviluppare: le prime due con lo scopo di migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle famiglie, vedono l’istituzione del DOPOSCUOLA DEL SESTIERE come affiancamento al processo formativo dei ragazzi maggiormente in difficoltà attraverso il sostegno scolastico e dei CAMPI ESTIVI come esperienza di socializzazione e crescita tra ragazzi con la messa in campo di visite guidate, laboratori creativi, riproposizione di antichi giochi incentrati sulla storia di Ascoli. Altre due azioni vanno a incidere sulla crescita dei valori etici e culturali tra i giovani e gli adulti e si sviluppano con il CORSO DI TEATRO nella convinzione che giocare sulla scena immaginifica del teatro serva per scoprire se stessi nel rispetto e nell’ascolto degli altri e con il RITROVARSI che vede la realizzazione di rassegne cinematografiche, lo scambia libro, letture condivise, momenti di socializzazione per bambini in specifiche occasioni quali la Befana, il Carnevale.  L’ultima azione, necessaria a migliorare la consapevolezza e la conoscenza di sé, vede la proposta del TEATRO COUNSELING rivolto a giovani in età adolescenziale ed ai genitori, con la sperimentazione di nuovi modi di essere, fare, agire, reagire per migliorare la propria autostima e lo scambio relazionale.

Il Doposcuola ed il Ritrovarsi saranno curate dal Sestiere di Porta Maggiore, i Campi estivi dalla Associazione Sportiva Piazza Immacolata, il Corso di Teatro dal Laboratorio Minimo Teatro, il Laboratorio di Teatro Couseling dalla Casa di Asterione.

Questo progetto rappresenta per il Sestiere di Porta Maggiore una sfida culturale importante convinti come siamo che il nostro ruolo all’interno della comunità cittadina non debba restare confinato alla sola Quintana ma debba permeare all’interno della vita del Quartiere prima e della città poi, in maniera profonda, nei luoghi del bisogno. Ecco perché abbiamo aderito alla Bottega del Terzo Settore convinti della grande opportunità che la stessa rappresenta per il territorio, ecco perché la presentazione di Sestiere 2.0 che, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli, può dare una nuova linfa al nostro agire di volontari sotto i colori di una bandiera e di un fazzoletto.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 85 volte, 1 oggi)