ASCOLI PICENO – La seconda edizione di “RisorgiMarche” si farà, questo era certo da tempo. Lo ha annunciato nuovamente alla Bit di Milano Neri Marcorè in collegamento in diretta skype da Barletta, dove sta lavorando in teatro.

“Poteva finire lì, con la prima edizione, che aveva avuto lo scopo di stare vicini alle popolazioni colpite dal sisma– ha detto l’attore rivolto alla platea nello stand della Regione Marche- e invece l’entusiasmo e la risposta oltre le aspettative di 80 mila persone lo scorso anno, ci hanno fatto decidere per RisorgiMarche 2018. Sarà una formula leggermente riveduta e corretta, pur mantenendo la filosofia di un festival all’aria aperta per ammirare i paesaggi bellissimi delle Marche, sarà più ampia sia sotto il profilo della proposta , aprendo oltre che ai cantanti anche agli attori con recital e readings, sia nelle modalità di svolgimento con momenti di dibattito e scambio di esperienze sulla valorizzazione dei territori colpiti dal sisma. Se riusciremo vorremmo anche aumentare il numero degli artisti presenti, ma invitiamo tutti fin da ora a venire al Festival. Lo scorso anno è stato bellissimo ogni concerto e tutti si sono sentiti coinvolti dalla finalità, vedere gli spettatori che si sono fatti promotori insieme a noi della causa di solidarietà verso le popolazioni colpite ci ha riempito di emozione”.

Nello stand era presente con l’assessore Pieroni anche il direttore esecutivo del Festival RisorgiMarche Giambattista Tofoni che ha sottolineato l’impegno organizzativo di questa manifestazione nata da una bellissima idea di Marcorè ma diventata corale. L’assessore al turismo ha ribadito la validità della formula del Festival che ha contribuito a tenere alta l’attenzione positiva sulle Marche, sottolineando che l’entusiasmo attorno a RisorgiMarche è stato contagioso anche per altre iniziative culturali di livello. L’impegno della Regione Marche è orientato proprio a riposizionare l’immagine delle Marche sui mercati stranieri e a rilanciare i territori colpiti.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 165 volte, 1 oggi)