APPIGNANO DEL TRONTO – La scorsa settimana il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, organo collegiale del Governo presieduto dal Presidente del Consiglio dei Ministri) ha approvato i finanziamenti riguardanti il bando “sport e periferie” promosso dal Ministero dello sport e relativo agli impianti sportivi.

“Il Comune di Appignano del Tronto ha presentato un progetto di “rigenerazione e completamento del campo sportivo”, a dicembre 2017, tramite il CONI, con una speranza piuttosto bassa visto che si trattava di fondi ministeriali per i quali potevano partecipare tutti i comuni d’Italia, e quindi con un’altissima concorrenza: in questi casi è chiaro che risulta molto difficile per un piccolo comune riuscire ad essere ammessi a finanziamento – afferma il sindaco Sara Moreschini – Invece, ieri una nota della Regione Marche indirizzata ai Sindaci ci ha dato la buona nuova. Finanziato il nostro progetto per 155 mila euro, senza nessuna quota di compartecipazione. Ad Appignano siamo abituati a partecipare a tutti i bandi di finanziamento pubblico che vengono pubblicati e per cui possediamo i requisiti, che siano regionali, nazionali o europei, questo perché i bilanci dei piccoli comuni consentono di operare con fondi propri, giusto per la gestione dell’ordinario. Quindi se volgiamo mantenere i programmi, fare opere, e attività e di conseguenza attuare politiche di “Crescita” è necessario andare a cercare i finanziamenti altrove. Solo nell’ultimissimo periodo abbiamo partecipato a 4 bandi, per fare questo servono oltre alle idee, molto lavoro e tanta competenza, per questo ringrazio gli uffici che ogni volta si mettono a disposizione e lavorano a testa bassa per rispettare le scadenze e organizzare progetti di qualità che spesso vengono premiati come questa volta”.

L’intervento consiste nella rigenerazione e completamento dei seguenti aspetti funzionali:

dal punto di vista energetico Sostituzione delle torri faro e rifacimento dei basamenti in calcestruzzo, sostituzione delle lampade con fari a led (a risparmio energetico) di adeguata potenza anche al fine dell’omologazione notturna del campo per partite di campionato;

sostituzione dei componenti deteriorati dell’impianto elettrico (quadri elettrici, collegamenti ,interruttori e corpi illuminanti);

manutenzione dell’impianto termico con sostituzione dei componenti danneggiati/vetusti; manutenzione dell’impianto idrico degli spogliatoi con sostituzione dei componenti danneggiati/vetusti;

Inoltre sostituzione della recinzione su tre lati con una avente caratteristiche medesime alla preesistente, ovvero costituita da rete metallica e paletti in ferro;

Sostituzione ed integrazione di alcuni elementi di arredo degli spogliatoi come panche, appendiabiti ed armadietti;

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 126 volte, 1 oggi)