ASCOLI PICENO – I giovani, le donne, i senior. Categorie importanti per l’agricoltura marchigiana che in questi giorni hanno rinnovato la loro rappresentanza all’interno delle rispettive assemblee di Coldiretti Ascoli Fermo. Partendo dai giovani dove Manuel Baldo, 24enne di Fermo, è stato nominato alla guida di Giovani Impresa. Baldo ha iniziato nell’azienda di famiglia che conta 300 pecore, producendo latte e formaggi che arrivano ai consumatori attraverso la vendita diretta anche attraverso i mercati di Campagna Amica. “Credo molto nel progetto che sta portando avanti Coldiretti – ha commentato – perché un Paese come il nostro, pieno di borghi e di particolarità alimentari, va valorizzato e portato sulle tavole non solo di noi italiani ma anche degli europei. Agricoltura e cibo contraddistinguono davvero l’Italia rispetto agli altri stati”. Per guidare Donne Impresa la scelta è invece ricaduta su Carla Cocci. Laurea in scienze agrarie, titolare insieme al fratello di un’azienda agricola a Castignano, attiva nel settore viticolo e cerealicolo, la Cocci punta sulla multifunzionalità della sua azienda attraverso l’agriturismo Fiorenire.

Rinnovato anche il direttivo provinciale di Federpensionati Coldiretti: presidente è stato eletto Alessandro Vagnoni, 69 anni di Ortezzano dove esiste tutt’ora un’azienda vitivinicola. Tante le partite aperte. Dall’accesso al credito ai servizi di tutoraggio aziendale per i giovani, al contrasto rispetto alle disparità salariale al sostegno per coniugare lavoro e gestione della famiglia per le donne senza dimenticarsi delle questioni legate alle pensioni per gli agricoltori più maturi.

“C’è soddisfazione – evidenziano Paolo Mazzoni e Alessandro Visotti, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Ascoli Fermo – perché sono state assemblee molto partecipate e questa è una condizione favorevole e fondamentale per consentire la più ampia costituzione degli organi dirigenti. Tutto ciò è di buon auspicio per una proficua e concreta attività nel raggiungimento di quegli obiettivi che si contraddistinguono nelle linee politiche operative e strategiche della nostra Coldiretti”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)