MONTEGIORGIO – Nuovi sviluppi sulla tragedia avvenuta nella tarda serata dell’11 marzo, la donna di 79 anni trovata morta dal figlio che abita con lei, tornato a casa sul tardi, nella frazione Alteta di Montegiorgio.

Maria Biancucci era sul letto con mani e piedi legati, la casa era in disordine. Sul corpo non ci sarebbero segni di violenza.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, il capitano Gianluca Giglio, comandante dei carabinieri di Montegiorgio che conducono le indagini, afferma: “Potrebbe essere un furto o rapina finita male. I malviventi sarebbero entrati in casa, aspettandosi di non trovare nessuno e avrebbero reagito alla presenza della donna legandola per mettere a segno il colpo. Lei potrebbe essere morta a causa di un malore. Il cadavere è stato portato all’ospedale di Fermo per essere sottoposto ad autopsia. Una delle finestre del piano terra ha segni di effrazione”.

A scoprire il fatto il figlio Marcello Balestrini, 57 anni, titolare di un laboratorio calzaturiero. I due figli della donna stanno facendo un inventario per capire cosa è stato rubato.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 223 volte, 1 oggi)