COLLI DEL TRONTO – Svolta nelle indagini sul rogo di due vetture avvenuto nella notte tra sabato 17 e domenica 18 marzo, nel comune di Colli del Tronto, all’interno del parcheggio situato tra l’area di servizio “Facile” ed il bar “Dolce e Salato” sulla Salaria.

Dai primi rilievi, compiuti dai Vigili del Fuoco e Forze dell’Ordine, era stato ipotizzato il dolo.

L’attività investigativa, condotta dal personale della Compagnia Carabinieri di Ascoli Piceno e dal Nucleo Investigativo ha permesso nell’arco di sole 72 ore di individuare ed identificare il responsabile del grave gesto, che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori vista la vicinanza al distributore di benzina.

Il soggetto, A.N. romano di 45 anni già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, è stato arrestato in queste ore su ordine del Gip del Tribunale di Ascoli Piceno, che su richiesta del Procuratore della Repubblica di Ascoli Umberto Monti, ha disposto la misura cautelare in carcere condividendo a pieno le risultanze investigative dell’Arma.

Il movente del gesto sarebbe da ricercare in un dissidio, avvenuto probabilmente qualche giorno prima, tra l’arrestato ed il proprietario di una delle vetture incendiate.

L’uomo è ora rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ascoli Piceno.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.615 volte, 3 oggi)